facebook rss

Quintana: Claudia Rozzi è la dama di Solestà
e Pierluigi Pavoni l’autore del Palio

ASCOLI - Sarà Claudia Rozzi, parente alla lontana del presidentissimo dell'Ascoli Costantino, la “prima donna” del Sestiere giallo-blu alla Quintana di luglio. Presentati anche il Palio della notturna, realizzato dal giovane ascolano Pierluigi Pavoni, e le cinque nobildonne

Laura Rozzi tra il caposestiere Attilio Lattanzi e il console Patrizio Zunica

di Andrea Pietrzela

Manca soltanto una settimana alla prima Quintana, con tutti i preparativi che in queste ore vivono le loro fasi più frenetiche. Così anche Porta Solestà presenta la donna che sfilerà in rappresentanza della bellezza del quartiere. Fisico alto e longilineo – grazie alle sedute in palestra e alle passeggiate con il suo fedele amico a quattro zampe Vera – occhi scuri, lunghi capelli lisci castani accompagnati da un sorriso che lascia a bocca aperta. È Claudia Rozzi, 28 anni, praticante in uno studio commerciale, scelta dal caposestiere Attilio Lattanzi e dal console Patrizio Zunica come dama di Porta Solestà per l’edizione notturna.

IL CAPOSESTIERE – «Claudia è stata sotto la lente di osservazione per almeno un paio d’anni – esordisce il caposestiere Lattanzi – è chiaro che essendo molto giovane abbiamo aspettato per richiedere la disponibilità, che da parte sua è stata totale. La Quintana di luglio per noi ha una valenza particolare, perché è la prima dell’ultimo anno di mandato e rappresenta un momento di competizione importante nel quale ci teniamo a vincere e fare bella figura. Claudia impersona la donna del Sestiere nel migliore dei modi». L’abito che indosserà resta top secret.

LA DAMA – «Per me sarà la prima sfilata in assoluto – si presenta Claudia – non ho mai frequentato a pieno la vita di Sestiere, ma seguo sempre le Giostre, anche dagli spalti. Per il ruolo di dama avevo perso un po’ le speranze, ma alla fine la chiamata è arrivata. Il passaggio a Piazza del Popolo sarà sicuramente un momento davvero emozionante».

LA NOVITÀ – Al corteo di luglio di Porta Solestà prenderanno parte anche le popolane, due nuove figure che passeggeranno con i vestiti disegnati da Paolo Lazzarotti e realizzati da Anna Marini. Le protagoniste che si caleranno in questo nuovo ruolo saranno Sara Forlini e Chiara De Luca. Tutto pronto dunque nel sestiere giallo-blu. La taverna aprirà lunedì pronta d accogliere tante serate in allegria, cena propiziatoria compresa.

IL PALIO – Non solo dame. In mattinata nella Sala della Vittoria della Pinacoteca, a Palazzo Arengo, è stato presentato ufficialmente il Palio che il cavaliere vincitore della Giostra di luglio alzerà al cielo. L’opera è stata realizzata dal 26enne artista ascolano Pierluigi Pavoni, studente all’Accademia delle Belle Arti di Roma. Rappresenta un Sant’Emidio protettore che sovrasta Ascoli, con un assalto di un cavaliere al moro e contornato da due statue di Cecco d’Ascoli.

LE NOBILDONNE – Oltre al Palio di luglio, la Sala della Vittoria ha ospitato anche la presentazione delle cinque nobildonne che sfileranno nel Gruppo Comunale nella notturna di sabato prossimo. La nobildonna del Magnifico Messere è Alessandra Cornacchia, quella del Quartiere di Sancta Maria alle Vigne è Alessia Piccioni, del Quartiere di Sancto Emidio è Laura Santo, del Quartiere di Sancto Jacobo è Laura Ferretti, del Quartiere di Sancto Venantio è Giorgia Molini.

LE GARE DEGLI SBANDIERATORI – A circa due ore dalla Lettura del Bando, stasera in Piazza Arringo primo appuntamento con le gare di sbandieratori e musici dei Sestieri. Dalle ore 21, sul campo di gara si esibiscono i singoli e le piccole squadre, mentre domani sera (sempre a partire dalle 21) sarà la volta di coppia, grande squadra e musici. Una domenica 7 luglio all’insegna di bandiere, tamburi e chiarine, visto che fin dalla mattina sono in programma le gare della Tenzone Bronzea (Serie A3 della Federazione italiana sbandieratori) alla quale partecipano – organizzadola – anche gli ascolani del Sestiere di Porta Tufilla. Che, quindi, saranno protagonisti di un incredibile e stressante no stop.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X