facebook rss

I terremotati nelle case dell’Erap,
Ceriscioli: «Operazione non banale»
(Tutte le foto)

MONTEDINOVE - Ieri il taglio del nastro con il sindaco Antonio Del Duca, del Governatore della Regione Marche, della vice Anna Casini, e del responsabile del presidio Erap di Ancona Maurizio Urbinati. I 4 appartamenti consegnati sabato 6 luglio vanno dai 50 ai 60 metri quadrati più fondaco e sono stati pagati in totale 312.000 euro

Il taglio del nastro

di Maria Nerina Galiè

Con una spesa media di 78.000 euro, captati dai fondi per la ricostruzione post sisma, 4 famiglie di Montedinove hanno ricevuto le chiavi di un appartamento nuovo. Sarà casa loro, con un contratto di comodato gratuito, fino a che non sarà ricostruita quella che abitavano prima degli eventi calamitosi del 2016. Ieri, sabato 6 luglio, il taglio del nastro da parte del sindaco Antonio Del Duca, alla presenza del Governatore della Regione Marche Luca Ceriscioli, della vice Anna Casini e di alcuni rappresentanti dell’Erap, che li ha acquistati attingendo all’invenduto. C’erano anche il responsabile del presidio di Ancona, Maurizio Urbinati. E’ stato quest’ultimo a seguire la lunga procedura che sta portando all’acquisto di 297 immobili nelle Marche, su 364 selezionati, per una spesa totale di 44 milioni di euro circa.

«Voglio condividere la gioia con le famiglie che abiteranno in queste case – ha detto Ceriscioli – e con tutti coloro i quali hanno lavorato con rigore, perché non è banale fare un’operazione di questo genere. E’ stata una bella idea la scelta di utilizzare immobili invenduti, comprarli e metterli a disposizione dei terremotati al posto delle Sae o del contributo di autonoma sistemazione», ha poi sottolineato. Per spiegare: «In questo modo si sta contribuendo a risolvere l’emergenza abitativa e, nello stesso tempo, arricchendo il patrimonio di edilizia residenziale pubblica che resterà ai Comuni anche dopo il terremoto, a servizio delle nostre comunità. E’ stato un bene anche per le imprese potersi liberare di questi appartamenti non venduti, un aiuto importante nel momento in cui si deve affrontare la ricostruzione».

Gli appartamenti consegnati hanno una metratura tra i 50 e i 60 metri quadrati, inseriti in un edificio su tre piani dove al piano terra vi è l’ingresso condominiale e i 4 fondaci ad uso esclusivo per le singole famiglie. L’immobile è stato acquistato al prezzo totale di circa 312.000 euro.

LA FOTOGALLERY


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X