facebook rss

Musica e tradizioni popolari
per il “Fontefina” 2019

IL FESTIVAL che celebra il territorio di confine tra Marche, Abruzzo e Lazio si terrà il 13 e 14 luglio a Villa Mattoni, frazione di Sant'Egidio. Tanti gli appuntamenti tra concerti, laboratori, libri e stornelli con i cantori delle nostre montagne

Una due giorni dedicata alla musica popolare che, stavolta, sconfina nella vicina Sant’Egidio alla Vibrata (Te) nella due giorni del 13 e 14 luglio in programma nella frazione di Villa Mattoni. Il “Fontefina”, festa di comunità alla sua seconda edizione, nasce da anni di ricerca e studio delle tradizioni musicali del territorio di confine tra Marche, Abruzzo e Lazio grazie all’opera di Massimiliano di Carlo. Non a caso ad animare ci saranno cantori, suonatori, ballatori, poeti, diretti portatori di questa cultura come gli anziani e quei giovani che attraverso un percorso di trasmissione famigliare e non hanno assorbito le sonorità di un repertorio che, va ricordato,ha sempre avuto una fiznione per così dire rituale.

Di Carlo

Si inizierà dunque il 13 luglio con i lavori di mietitura del grano a mano alle 7 del mattino presso via dei Sanniti di Villa Mattoni, in cui oltre al lavoro si alterneranno canti di mietitura, spuntini e riflessioni su un idea nuova di agricoltura. Alle 10 ecco l’intervento di Daniele Ciabattoni su biodiversità e nuove coltivazioni dei grani antichi. Spazio poi ai laboratori di poesia improvvisata in ottava rima con Dante Valentini, uno dei portatori di questa antica tradizione che univa l’alta valle del Tronto da Amatrice fino alle frazione arquatane di Spelonga, Capodacqua, Colle (ore 14,30), seguito dalla ripresa dei lavori di mietitura (16,30).

Alle 21 concerto festa e ballo “Musica Cajun, il canto a poeta e i cantastorie di tradizione camplese” con Giuseppe Fabbi, Giannina Malaspina, Victoria Delaroziere, Dante Valentini e Franco Moriconi. Il repertorio Cajun è una commistione di culture avvenuta in Louisiana nei primi del novecento in cui un antico dialetto francese si univa ai ritmi del blues afro americano creando una sonorità unica che avremo la fortuna di ascoltare.
Tra gli appuntamenti del giorno successivo il laboratorio di saponificazione tradizionale con Luigina Federici (alle 10,30), “I suoni del Piceno” (laboratorio di organetto e stornelli dell’area Picena con i suonatori e cantori del luogo) previsto per le 15,30, la conferenza con canti polivocali di Domenico di Virgilio, Antonella Talamonti, Gianfranco Spitilli e Massimiliano Di Carlo intitolata “Dalla ricerca alla creazione” (ore 18). Finale in serata con
“Suono di famiglia”, memoria e musica in un paese della Calabria Grecanica, presentazione del libro di Antonello Ricci e Mimmo Morello (ore 20,30) e col live dei cantori e suonatori del Piceno e del Teramano Ugo Carboni, Francesca e Primo Marconi, e i membri della famiglia Di Sante e Bilanzola di Acquaratola, provincia di Teramo.
Per tutta la durata dell’evento sarà allestita la mostra fotografica con gli scatti dell’edizione 2018 di  “Fontefina 2018” di Maya Tedesco, Edoardo Catalini e Nicoletta Ciunci.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X