facebook rss

Ore 12, uno spot fonico di Wap
sulla spiaggia di San Benedetto:
“Viva Ascoli Piceno, vieni a visitarci”

ASCOLI - Ottanta paline tra mare e spiaggia pubblicizzano le bellezze del capoluogo piceno. L'associazione dei commercianti ascolana tenta di catturare i turisti e rivitalizzare le attività del centro storico. Il sindaco Fioravanti applaude: «Nessun campanilismo, le due citta devono sempre più interfacciarsi»

di Franco De Marco

“Ore 12: Viva Ascoli Piceno, la città delle cento torri. Vieni a visitarci”. Fino al 15 settembre, a mezzogiorno preciso di ogni giorno, dopo l’annuncio dell’ora esatta, l’invito a visitare il capoluogo piceno viene diffuso dagli altoparlanti degli chalet di San Benedetto. Una fonica apparentemente “normale” che però in questo caso ha un carattere innovativo. Per la prima volta in assoluto, infatti, in una spiaggia importante come quella della Riviera delle Palme, non viene pubblicizzato un prodotto, una ditta, un ristorante o uno spettacolo, ma una città intera e in particolare il suo centro storico. Da una statistica risulta che proprio alle ore 12 la spiaggia tocca il massimo dell’affluenza. Quanti risponderanno alla sollecitazione? Intanto si comincia.

L’iniziativa, ben pensata e realizzata, è stata presentata questa mattina, nella sala De Carolis e Ferri dell’Arengo, dai dirigenti dell’associazione di commercianti Wap, acronimo di W Ascoli Piceno, guidati dal vice presidente Marco Di Sabatino (storico nome del settore abbigliamento e poi alberghiero) e da Cinzia Marini (Caffè del Corso), l’associazione di commercianti del centro storico nata due anni fa, con grande spirito movimentista, per rivitalizzare il morente commercio nel cuore cittadino.

Il sindaco Fioravanti e Marco Di Sabatino

Lo spot riceve immediatamente il totale plauso del sindaco Marco Fioravanti che anzi, da esperto di comunicazione, ci mette del suo e si impegna a fare di più. «E’ un’operazione geniale – afferma convinto  – che certamente porterà risultati. Questo è solo l’inizio del processo di brandizzazione della città di Ascoli che questa Amministrazione intende portare avanti. E’ la strategia vincente. Se negli anni passati, per catturare i turisti, si è puntato sull’accoglienza, ora bisogna puntare sulla promozione. Il Comune sarà al fianco di Wap (quest’anno ha dato solo il patrocinio, ndr). Amplieremo questo tipo di promozione . Faremo un piano annuale  per facilitare il di brandizzazione, mettere in rete tutte le iniziative e sintetizzare così l’identità della città attraverso una serie di messaggi e iniziative».

Wap, 80 aderenti su un totale di circa 200 commercianti nel centro storico, apre quindi una nuova strada per la promozione della città. Lo fa naturalmente tassandosi e grazie all’aiuto dello sponsor Ecoinnova. L’perazione Riviera delle Palme non prevede solo la fonica ma anche l’utilizzo di 80 paline, piazzate tra mare e spiaggia, nelle singole concessioni, con immagini simbolo  della città delle cento torri e il nome di una ditta. “Ascoli Piceno. A story to be lived” l’invito attraverso le paline. «Abbiamo iniziato l’1 luglio per terminale il 15 settembre – sottolinea Di Sabatino – oltre all’ora esatta verrà diffuso un messaggio, a rotazione, che esalta uno dei motivi per i quali vale la pena visitare il centro storico di Ascoli. A questa iniziativa hanno aderito 25 attività. Noi crediamo che possa dare buoni risultati. L’investimento è di circa 6-7.000 euro».

L’operazione è partita bene. Ma quel “Viva Ascoli Piceno” lungo la spiaggia di San Benedetto può scatenare un rigurgito campanilistico? «No, non vedo assolutamente preoccupazioni di questo genere – commenta Fioravanti – Ascoli e San Benedetto, nell’interesse di entrambe, devono sempre di più interfacciarsi con l’obiettivo di allungare il soggiorno dei turisti offrendo esperienze diverse». Difronte a tale iniziativa hanno drizzato un po’ le orecchie i commercianti sambenedettesi tra i quali, tra l’altro, c’è chi sta studiando il format Wap per importarlo a San Benedetto. Ma parlare di possibile concorrenza è decisamente azzardato. Il commercio, dovunque in difficoltà, cerca nuove strade per sopravvivere. Questo tipo di promozione è certamente una buona carta per tutti. Questi gli associati Wap che partecipano all’operazione: Modaiole, Vincè Fa La Carità a Lu Dome, Farmacia Loffreda, Dica Duca, Siamo Fritti, Wudawu, Quitto, Di Sabatino abbigliamento, Di Sabatino Resort, Caffè del Corso, People, Bistrot, Lorenz Caffè, La Nicchia, Insieme, Ozio, Yoghi, Giorni felici, Detto Sante, Il vinattiere, Ego, Taverna di Cecco, Mms Leasing, Renata, Zio Kinto, Poppa’s.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X