facebook rss

Fondazioni bancarie,
ecco Francesco Profumo:
un fondo per finanziare
le associazioni non profit

ASCOLI - Riunione con la Consulta tra le Fondazioni Casse di Risparmio Marchigiane. Sarà più facile realizzare progetti a favore della comunità che altrimenti rischiano di rimanere solo sulla carta. I beneficiari sono le organizzazioni laiche e religiose

I partecipanti all’incontro

Arriva un concreto aiuto finanziario alle associazioni non profit per la realizzazione di importanti progetti, al servizio della comunità, che altrimenti rischiano di rimanere sulla carta. Francesco Profumo, presidente dell’Associazione italiana delle Fondazioni di origine bancaria e Casse di Risparmio Spa e presidente di Compagnia San Paolo è giunto ad Ascoli per concretizzare, assieme alla Consulta tra le Fondazioni Casse di Risparmio Marchigiane, un fondo di garanzia volto appunto ad agevolare l’accesso delle organizzazioni al finanziamento pubblico.

L’analisi dei bisogni: esigenza di liquidità delle organizzazioni non profit – Il Centro Servizi Volontariato delle Marche ha fatto emergere l’esigenza di liquidità dei soggetti del terzo settore: molte associazioni spesso rinunciano a partecipare a bandi a valere su fondi europei o regionali perché tali strumenti presuppongono dotazioni economico-patrimoniali o la presentazione di apposite fidejussioni che spesso comportano la necessità di prestare garanzie personali da parte degli amministratori delle associazioni. Tale bisogno è stato portato all’attenzione delle Fondazioni marchigiane.

La soluzione: accesso al credito tramite fondo di garanzia – La Consulta tra le Fondazioni marchigiane, coordinata dal presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno Angelo Davide Galeati, ha preso atto dell’esigenza e si è messa al lavoro per realizzare una specifica progettualità a sostegno delle organizzazioni non profit nella partecipazione a bandi e nella gestione di progetti vincitori di bandi assegnatari di risorse, agevolando tali organizzazioni nell’accesso agli impegni di firma/fidejussioni necessari per la partecipazione ai predetti bandi.

Chi potrà accedere al fondo – Beneficiari dell’iniziativa saranno organizzazioni non profit laiche o religiose, anche costituite in forme aggregative che abbiano la sede legale e operativa sul territorio marchigiano, siano attive da almeno due anni ovvero neocostituite a seguito di un progetto di fusione o integrazione tra organizzazioni o enti esistenti da almeno due anni.

Consulta tra le Fondazioni Casse di Risparmio Marchigiane – L’Associazione Consulta tra le Fondazioni delle Casse di Risparmio Marchigiane riunisce le Fondazioni di origine bancaria che hanno sede nella Regione Marche che sono associate all’Acri.

«La Consulta, escluso ogni fine di lucro – è stato sottolineato – ha lo scopo di proporre e favorire la realizzazione di iniziative comuni da parte delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Marchigiane intervenendo con adeguati finanziamenti nei settori rilevanti della loro attività. Essa svolge, inoltre, attività di rappresentanza nei confronti delle istituzioni regionali anche attraverso la definizione di linee di indirizzo comuni e sottopone all’Acri (Associazione delle Fondazioni e Casse di Risparmio, ndr) temi e progetti a favore delle comunità rappresentate».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X