facebook rss

Donatella Ferretti:
«Io riferimento di Forza Italia»
Dopo le elezioni, gli azzurri
pensano al futuro

ASCOLI - Passata la tempesta delle elezioni comunali, anche Piero Celani si accredita come legittimo rappresentante del partito di Silvio Berlusconi. Partito in una fase di riorganizzazione

La professoressa Donatella Ferretti, assessore comunale alla cultura nella Giunta guidata da Marco Fioravanti, ed ex vice sindaco nell’Amministrazione guidata da Guido Castelli, da sempre militante di Forza Italia, si candida a «guidare il partito di Silvio Berlusconi ad Ascoli». «E’ in virtù della mia coerenza – dichiara Donatella Ferretti – che posso dire di rappresentare oggi il riferimento per Forza Italia ad Ascoli e all’interno della maggioranza che governa con il sindaco Marco Fioravanti. Sempre dalla stessa parte. Sempre la stessa casa».

Donatella Ferretti (Foto Andrea Vagnoni)

Le recenti elezioni comunali di Ascoli hanno come noto portato ad una divisione all’interno di Forza Italia. Una parte ha sostenuto la candidatura a sindaco di Piero Celani, consigliere regionale, e un’altra parte, quella di Donatella Ferretti e dell’avvocato Alessandro Bono (eletto presidente del Consiglio comunale), ha invece sostenuto Marco Fioravanti. In ogni caso con liste civiche. Nella competizione elettorale non ha infatti partecipato una lista con le insegne azzurre. Ora però, anche se sul rilancio di Forza Italia, a livello nazionale e a caduta su quello locale, ci sono molte incertezze, gli aderenti sono in fase di riposizionamento. L’uscita dal partito, per accasarsi in Fratelli d’Italia, dell’ex sindaco Guido Castelli, non ha provocato di certo un terremoto perché tutti se lo aspettavano. Tuttavia questa mossa ancora provoca reazioni.

«Libertà di scelta. Cambiare casa, cercare casa: percorsi politici autonomi e legittimi. – commenta Donatella Ferretti – Come esponente di Forza Italia che può vantare, al pari di pochi altri, una lunga militanza nel partito, sento di dover dire la mia rispetto ai recenti posizionamenti e riposizionamenti. Ho potuto partecipare alle ultime elezioni amministrative, nelle quali il mio partito ha ritenuto di non sostenere con una propria lista il candidato del centrodestra, perché sono riuscita a comporre una lista civica che comunque rappresentasse, all’interno dello schieramento, la componente liberale e moderata. Il risultato è stato lusinghiero avendo ottenuto un seggio in Consiglio comunale, un assessorato e la presidenza del Consiglio. In questo percorso mi sono sentita pienamente coerente e fedele alla linea nazionale che vede il centrodestra unito vincente».

Se il riconfermato assessore comunale rivendica una leadership-rappresentanza di Forza Italia, altrettanto, però, fa il consigliere regionale Piero Celani, di recente a Roma per una convention con Antonio Tajani,  pur essendosi candidato a sindaco contro Marco Fioravanti scelto dal tavolo nazionale del centrodestra comprendente anche Forza Italia.

Adesso, insomma, sembra profilarsi un’altra competizione per chi, passate le comunali di Ascoli, è legittimato a rappresentare sul territorio il partito di Silvio Berlusconi. Donatella Ferretti e Piero Celani si sono già presentati.

f.d.m.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X