facebook rss

L’argentino Renzo Olivo
“re” della San Benedetto Tennis Cup:
in finale battuto Giannessi

TENNIS - Sono servite 2 ore e 54 minuti di gioco, e tre infiniti set, al tennista argentino per prevalere in finale sullo spezzino. Sold out al centrale del Circolo Maggioni, con il torneo Atp Challenger che si conferma come l'appuntamento clou dell'estate sambenedettese

di Benedetto Marinangeli

La San Benedetto Tennis Cup Atp Challanger resta in sudamerica. Sono servite 2 ore e 54 minuti di gioco, e tre infiniti set, all’argentino Renzo Olivo per prevalere in finale sullo spezzino Alessandro Giannessi.

Renzo Olivo

E’ mezzanotte e quaranta minuti quando Renzo Olivo alza le braccia al cielo sul campo centrale del Circolo Tennis Maggioni, “sold out” per l’occasione con ogni seggiolino della tribuna occupato. Il tennista argentino è uscito vittorioso da una vera e propria battaglia sportiva, riuscendo a superare Alessandro Giannessi con il punteggio di 5-7 7-6(4) 6-4 in 2 ore e 54 minuti di lotta.

Dopo il primo set vinto, il tennista italiano ha cominciato ad accusare la stanchezza di una lunga ed estenuante settimana, in cui l’aveva spuntata al tie-break del terzo set sia nei quarti di finale che in semifinale. L’aiuto del fisioterapista però ha permesso a Giannessi di non cedere, e arrivare addirittura a due punti dalla vittoria nel corso del secondo parziale. Il tie-break ha visto però prevalere Olivo, che ha invece sentito la stanchezza nel corso del terzo set, ma ciò non è bastato per fermare la rimonta. L’equilibrio dell’incontro è testimoniato dal totale dei punti vinti: 111 a testa.

Il successore di Daniel Galan nell’albo d’oro della San Benedetto Tennis Cup è dunque l’argentino Renzo Olivo, che mantiene il titolo di campione dell’ATP Challenger della Riviera delle Palme in Sudamerica. Olivo è il terzo argentino della storia del torneo a vincere in singolare dopo Maximo Gonzalez nel 2008 e Carlos Berlocq nel 2010.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X