facebook rss

Raid alla festa della Lega,
indagini al rush finale

ASCOLI - Nei prossimi giorni potrebbero essere interrogati dalla Procura per i minorenni di Ancona i giovani accusati di aver partecipato alla "bravata" al chiostro di San Francesco

Il tribunale per i minorenni

Viaggiano sul binario Ascoli (Procura) – Ancona (Procura dei minorenni) le indagini sul raid alla festa della Lega andato in scena nella notte del 29 settembre scorso al chiostro di San Francesco quando furono strappati manifesti, danneggiati arredi e portate via alcune magliette. Al vaglio dei magistrati ci sono le posizioni di due maggiorenni ascolani e altri tre minorenni. Tra ci loro ci sono anche figli di due esponenti politici. Per i minori sono in corso le indagini da parte della procura dorica competente per chi ha meno dei 18 anni. Alcuni degli indagati sono stati già sentiti, mentre altri potrebbero essere ascoltati a breve sempre ad Ancona. Al lavoro ci sono gli avvocati difensori dei giovani che sarebbero intenzionati a “isolare” le posizioni dei singoli al fine di dimostrare, almeno per alcuni di loro, l’effettivo ruolo svolto in quella che potrebbe essere nata come una “bravata” poi finita un po’ troppo sopra le righe. L’obiettivo è quello di smontare le accuse più pesanti relative ai furti e ai danneggiamenti.

rp

Raid notturno alla Festa della Lega «Frutto della campagna contro Salvini»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X