facebook rss

Dall’antro della Sibilla al lago di Pilato
proiezione e dibattito del doc
“I sentieri dei Sibillini”

ASCOLI - Il documentario verrà proiettato, grazie all'associazione Next, giovedì 1° agosto presso la Bottega del Terzo Settore dalle 21. Alla scoperta delle montagne picene con ospiti di prestigio e immagini mozzafiato. A seguire dibattito col regista Luigi Maria Perotti e la partecipazione di associazioni e attori del territorio

Un viaggio affascinante e pieno di sorprese attraverso i percorsi dei Monti Sibillini, dominati sin dal nome dalla presenza mitica e senza tempo della Sibilla. Uno scenario mutevole: prati morbidi e assolati, boschi fitti di un verde abbagliante, gole ombrose e strette, acque gelide e pure, cime lontane di roccia affilata. E poi i borghi, piccoli e bellissimi, incastonati come gioielli nelle montagne, feriti dalla furia distruttiva del terremoto. L’appuntamento è per la proiezione del documentario “I Sentieri dei Sibillini” che si terrà giovedì 1° agosto alle ore 21 presso la Bottega del Terzo Settore.

I sentieri dei sibillini proiezioneL’Associazione Next Odv presenterà il documentario realizzato per la serie Rai Cultura “Di là dal fiume e tra gli alberi”. Dopo la visione del documentario ci sarà uno spazio dedicato all’autore, Luigi Maria Perotti, e un momento di confronto in merito alla ricchezza, alle potenzialità e al futuro del territorio, patrimonio di tutti. Saranno presenti alcune associazioni che lavorano attivamente per fare innovazione sociale: valorizzare i Sibillini, bene culturale e turistico, generando un impatto sociale sul territorio e su tutta la Comunità.

IL REGISTA – Luigi Maria Perotti è originario di San Benedetto ma vive a Roma. Negli ultimi anni ha realizzato numerosi documentari di impronta storico-culturale e partecipato a diversi festival di calibro internazionale. Oggi collabora stabilmente con la Rai.

L’ASSOCIAZIONE – L’Associazione Next, nata pochi mesi fa dall’idea di un gruppo di comunicatori e innovatori sociali, nel dicembre scorso ha organizzato il TEDxAscoliPicenoWomen, e sta ora organizzando il primo TEDxAscoliPiceno (che si svolgerà il prossimo 14 settembre). In agenda ci sono molte altre iniziative di cultura digitale e creatività.

I Sibillini (foto Vagnoni)

IL DOCUMENTARIO – Si tratta di un viaggio che lega passato e presente, leggenda e storia, enigmatico e conosciuto, in una trama tanto armoniosa quanto inscindibile nei singoli elementi. Pellegrini, eretici, cavalieri, streghe e cantastorie sono solo alcuni dei personaggi, di cui pare quasi di percepire il passaggio, mentre si cerca di catturare la magia dei Monti Azzurri. Un libro del comando, un’antica raffigurazione sulle mura di un santuario, un carro trainato da buoi finito sul fondo di un lago, una grotta fatata, le forche dei montanari, sono solo alcune delle storie in cui ci si imbatte, mentre si tenta di svelarne il mistero, mistero su cui si staglia imperiosa l’inafferrabile figura della Sibilla, che tutto sembra pervadere. Le riprese sono state realizzate a cavallo tra maggio e giugno tra Ascoli, Montemonaco, Montefortino, la piana di Castelluccio, Amandola, il lago di Pilato, l’Infernaccio, Forca di Presta e il Monte Sibilla.

Il Lago di Pilato

I PROTAGONISTI – Ad accompagnare Perotti “guide” d’eccezione: lo scrittore Cesare Catà; il rettore del Santuario del Lambro, padre Gianfranco Priori; Rosangela Censori, responsabile del Museo della Sibilla di Montemonaco, l’attore Mirco Abbruzzetti nelle vesti di un cantastorie che ci racconta la saga del Guerrin Meschino, l’archeologo ascolano Leopoldo Tomassini, oggi apprezzato pittore, l’editore ascolano Marco Corradi, l’istruttore di volo Claudio Papa, la guida alpina Pietro Ripani, il giornalista Andrea Braconi, il patron dei concerti Risorgimarche Giambattista Tofoni e il geologo Massimo Stabile, il fotografo Mauro Pennacchietti,  il collettivo C.A.S.A. (acronimo di Cosa Accade Se Abitiamo) un gruppo di ragazzi che dopo il terremoto ha deciso di tornare a vivere ad Ussita per aiutare la ripartenza del territorio. Altri protagonisti sono Nadia e Pietro Buratti che hanno raccontato la storia del soldato inglese scampato ai nazisti e rifugiatosi sulla Sibilla, il fisico Pierluigi Mariani, Chandani Alesiani, sacerdotessa della sibilla, e l’albergatore di Montemonaco Silvio Antognozzi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X