facebook rss

Priscilla Trivisonne incanta e commuove:
sarà lei la dama di Porta Maggiore

ASCOLI - «Questo è il mio sogno fin da piccola e per me è un vero onore rappresentare questo Sestiere e... dai che quest'anno possiamo farcela!». La dama di agosto di Porta Maggiore è la 27enne Priscilla Trivisonne, che vive e lavora a Oxford. Il console Vitelli: «Speriamo ci porti un po' di fortuna»

Il console Vitelli, la dama Priscilla Trivisonne e il caposestiere Regnicoli

di Giorgio Tabani

«Anche se non mi vedrai io sarò lì con te, passo dopo passo». Priscilla Trivisonne, la dama di agosto del Sestiere di Porta Maggiore, ha perso di recente la madre ma sfilerà, così come lei avrebbe desiderato. Venuta a mancare all’età di 60 anni, anche la dottoressa Patrizia Mariani, moglie dell’ex primario di Oncologia del “Mazzoni”, Raffaele Trivisonne, era una presenza ben nota nel mondo quintanaro: era stata due volte dama, nel 1978 e nel 1988, per il Sestiere della Piazzarola, di cui era originaria.

Si commuove il caposestiere, Marco Regnicoli, e si commuove Priscilla appena prende la parola. «Per noi – afferma Regnicoli – la Quintana è sentimento. Il nostro cuore, quando sfila una dama, batte forte e ancor di più in questa situazione, perfetto esempio di quanto l’amore unisca al di là di tutto e di come anche la Quintana possa far parte della vita di ciascuno di noi».

«Non piango per la tristezza – continua Priscilla – ma piango di gioia, ve lo assicuro. Anzi, sono oltre la felicità. Questo è il mio sogno fin da piccola e per me è un vero onore rappresentare questo Sestiere e… dai che quest’anno possiamo farcela!».  Nella vita, la dama appena 27enne vive e lavora a Oxford, dove si è trasferita nel 2017 dopo la laurea in Lingue conseguita alla Sapienza di Roma: «Lavoro nell’amministrazione dell’Università, occupandomi di alcuni corsi».

Fra i suoi hobby la camminata, immergendosi nella natura, quando l’inclemente clima britannico lo consente. Priscilla è poi un’amante della musica, canta e suona la batteria con grande talento: «Attualmente non ho potuto portare con me all’estero la batteria, però canto in una band di musica soul composta da otto elementi, siamo anche molto noti!».

Distanti da casa, si notano le cose che più ci mancano e che rendono l’Italia un Paese unico. «Quando sono lì rievoco la mia città, con la vita e la passione che si sprigionano in eventi come questo. Una città unita, pur nelle rivalità, e così ripenso alle mie radici. Al mio ragazzo, portoghese che lavora anche lui in Inghilterra, così come ai miei colleghi ho mostrato foto e video di questa manifestazione: non riuscivano a credere ai loro occhi!».

Il console David Vitelli, la dama Priscilla Trivisonne e il caposestiere Marco Regnicoli

Priscilla sfilerà per la prima volta per la Quintana, essendo stata sempre altrove per impegni di studio e di lavoro. Indosserà un abito nero, non quello storico delle dame di Porta Maggiore ma uno comunque già usato in precedenti edizioni.

Poche le parole del console neroverde David Vitelli: «Abbiamo scelto davvero bene, ora non ci resta che sperare che porti un po’ di fortuna al nostro cavallo e al nostro cavaliere!». Più loquace Regnicoli: «Presentiamo la dama per ultima, ma… gli ultimi saranno i primi! Ci abbiamo provato e riprovato e alla fine siamo riusciti ad avere lei a rappresentare la bellezza di Porta Maggiore: i suoi occhi splendidi, quel sorriso disarmante…».

Assente giustificato il cavaliere Mattia Zannori, impegnato nelle prove, a cui il caposestiere rinnova la sua fiducia: «Lui è un giovane cavaliere di grande talento, a luglio è stato bravo. Ora speriamo soltanto di poter interrompere il nostro lungo lungo digiuno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X