facebook rss

Tragedia a Porto d’Ascoli
Malore fatale in acqua
per un turista di 65 anni di L’Aquila
(Le foto)

SAN BENEDETTO - E' accaduto poco dopo mezzogiorno all'altezza della concessione 89 "vita dAmare". Riverso a pancia in giù, lo hanno notato alcuni ragazzi. Inutili i soccorsi del personale del Salvamento e poi l'intervento dei sanitari del 118 e del medico rianimatore dell'eliambulanza che si è calato in spiaggia con il verricello. Sul posto personale della Capitaneria di Porto e i Carabinieri

Il corpo protetto da sdraio ombrelloni sulla riva

di Andrea Ferretti

Un uomo di 65 anni è morto poco fa in spiaggia, aPorto d’Ascoli, mentre stava facendo il bagno. A ucciderlo, probabilmente, un infarto che non gli ha lasciato scampo mentre si trovava in acqua. Alcuni ragazzi si sono accorti del corpo che si trovava a pancia in giù, senza dare segni di vita. Immediatamente si sono gettati in acqua gli addetti del Soccorso in spiaggia e l’hanno tirato a riva, ma non c’era più niente da fare. E’ accaduto all’altezza della concessione numero 89 “Vita dAmare”.

Sul posto sono giunte a sirene spiegate due ambulanze del 118 e, poco dopo l’eliambulanza proveniente da Ancona. Il medico rianimatore a bordo, per non perdere tempo visto che il posto più vicino per l’atterraggio dell’elisoccorso è il piazzale dello stadio “Riviera delle Palme”, si è calato direttamente sulla spiaggia con il verricello. Ma ormai il 65enne era morto.

A quel punto, constatato il decesso, l’eliambulanza ha ripreso il volo tornando – purtroppo senza nessun ferito a bordo – ad Ancona. Il corpo dell’uomo è stato pietosamente coperto con un telo dal personale del 118, in attesa dell’arrivo degli addetti alle pompe funebri che lo trasporteranno all’obitorio dell’ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto. Sul posto sono giunti personale della Capitaneria di Porto e una pattuglia dei Carabinieri che hanno ascoltato i testimoni e parlato con i parenti i quali, inreduli, non riescono ancora a capacitarsi di come sia potuta avvenire una disgrazia simile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X