facebook rss

Protezione e inclusione sociale,
la conferma del sindaco Piunti nell’Anci

SAN BENEDETTO - Il primo cittadino continua ad essere membro del coordinamento del sistema di interventi e dei servizi sociali nella "rete" costituitta presso il Ministero del Lavoro

Il sindaco Piunti in occasione della recente Festa della Marina durante la processione delle barche in mare

L’Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia (Anci) ha riconfermato Pasqualino Piunti, sindaco di San Benedetto, componente della Rete della protezione e dell’inclusione sociale costituita presso il Ministero del Lavoro. Si tratta di un coordinamento del sistema degli interventi e dei servizi sociali, ha lo scopo di assicurare una maggiore omogeneità territoriale nell’erogazione delle prestazioni e di definire linee guida per gli interventi. La rete è presieduta dal Ministro del lavoro e ne fanno parte, oltre ai rappresentanti dei Ministeri dell’Economia e Finanze, dell’Istruzione e Università, della Salute, delle Infrastrutture e del Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, un componente per ciascuna Regione e Provincia e venti componenti designati dall’Anci.

Tra i venti Comuni rappresentati, ci sono realtà di primo livello come Bari, Firenze, Milano, Roma, Torino, Trieste, Venezia. San Benedetto è uno dei due Comuni non capoluogo di provincia. «Ringrazio l’Anci per la riconferma – le aprole di Piunti – frutto dell’importante contributo che la città ha offerto a questo tavolo su temi di grande attualità come quello degli oneri per l’accoglienza dei minori non accompagnati rintracciati nelle città italiane, costi che oggi gravano in gran parte sulle casse degli enti locali ma di cui lo Stato non può ignorare il peso. E’una battaglia che intendiamo proseguire e sulla quale abbiamo già incontrato diversi e rilevanti sostegni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X