facebook rss

Zanetti: «Ho visto la crescita,
ma il calo subìto sul 2-0
mi ha fatto arrabbiare»

SERIE B - «Tra Trapani e Piacenza preferirei i secondi per non scoprirci subito in vista del campionato. Oggi ho dato spazio agli ultimi arrivati per permettere loro di fare minutaggio. Gli attaccanti? Mi piacerebbe averli tutti in campo ma è una utopia»

Paolo Zanetti nella sala stampa a fine gara

di Claudio Romanucci

Prima Brosco poi Da Cruz prima della festa del gol della ripresa a cui partecipano attivamente Ardemagni e Scamacca. Il tecnico dell’Ascoli Paolo Zanetti voleva aggressività e cattiveria dall’esordio in Coppa con la Pro Vercelli e l’ha ottenuta dai suoi. Domani i bianconeri sapranno se al prossimo turno affronteranno Trapani o Piacenza, sempre al Del Duca.

«Di positivo c’è il risultato – afferma il sala stampa Zanetti – ottimi i primi 20 minuti con aggressività e giocate ma sul 2-0 mi sono arrabbiato molto, forse esageratamente. Oggi il cambio di mentalità è stato indolore ma in campionato certi cali si pagano e io non li accetto: abbiamo abbassato la guardia, rallentando il gioco e smettendo di verticalizzare e pressare interpretando male la gestione del vantaggio. E’ comunque un motivo di crescita. Nella ripresa è uscita la nostra qualità, con ingressi che ci hanno dato tanto. Il risultato finale lo reputo più che giusto: la storia della gara mi da queste indicazioni. Gli aspetti positivi non mancano, i nostri attaccanti hanno qualità e sono ben assortiti. Mi piacerebbe vederli tutti in campo ma è un’idea utopistica. I nuovi arrivi l’ho messi subito per dar loro minutaggio: Da Cruz bene ma va al momento a folate come altri. Tra Trapani e Piacenza preferirei i secondi per non scoprirci subito in vista del campionato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X