facebook rss

Arcieri ascolani in evidenza
al “Trofeo Ver Sacrum”

TIRO CON L’ARCO - La gara storica si è svolta a San Ginesio (Macerata). Antonio Vagnoni conquista il 2° posto, Giuliano Scancella e Alessandra Nardinocchi sfiorano il podio

Antonio “Tony” Vagnoni festeggiato dopo il secondo posto

Si è svolta a San Ginesio (Macerata) la prima edizione del “Trofeo Ver Sacrum”, prova valida per il campionato della Federazione italiana arcieri storici (Fitast), organizzata dalla locale Compagnia “Arcieri Ver Sacrum” in collaborazione con Comune e Pro Loco. Trecento gli arcieri in gara, che si sono dati battaglia lungo un percorso costituito da venti piazzole, con varie distanze di tiro, sistemate lungo le caratteristiche vie e nelle piazze dello storico centro dell’entroterra maceratese. Una gara resa ancora più difficile, e nello stesso tempo spettacolare, con prove davvero originali e complicate come ad esempio il “tiro allo spaghetto”

Nella categoria “Messere Arco Tradizionale” si sono distinti arcieri che gareggiano anche ne “La Freccia d’Oro” della Quintana di Ascoli, come Antonio Vagnoni e Giuliano Scancella del Sestiere di Porta Romana e Alessandra Nardinocchi del Sestiere di Porta Solestà. Antonio Vagnoni della Compagnia Arcieri Storici Avis Spinetoli-Pagliare ha conquistato il 2° posto con 408 punti. Hanno invece sfiorato il podio (entrambi al 4° posto ed entrambi della Compagnia Arcieri Ascoli) Giuliano Scancella con 389 punti e, nella categoria “Madonna Arco Tradizionale”, Alessandra Nardinocchi, con 319 punti, uno in meno della terza classificata. Alessandra è la nipote di Emilio Nardinocchi, storico indimenticato console di Porta Solestà.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X