facebook rss

Stella non è un cane abbandonato o perso
Va per negozi e poi torna a casa da sola

CASTEL DI LAMA - Il suo padrone, Giulio Pezzini, ha dovuto farlo incidere sul retro della medaglietta di riconoscimento per non essere tempestato di telefonate. Stella ha una famiglia che si preoccupa per lei, ma non riesce a frenare la sua “passione”. La gente la trova davanti al "Citta delle Stelle", in alcuni bar o addirittura all’ufficio postale di Castel di Lama, dando l’impressione di essere stata lasciata in balìa del destino

Stella davanti all’ingresso del centro commerciale

di Maria Nerina Galiè

Le vacanze spesso costano care agli animali domestici, diventati scomodi per padroni sconsiderati che se va bene, e per farsi rimordere meno la coscienza, li abbandonano vicino a luoghi molto frequentati affinché qualcuno s’impietosisca, li porti a casa propria o almeno li sfami. Ebbene, non è il caso di Stella, una cagnolina che da un po’ di tempo staziona davanti all’ingresso principale del centro commerciale “Città delle Stelle”. E non solo. Sono in molti a volerla aiutare a ritrovare la strada di casa. Ma questo lei sa farlo benissimo. Tanto che il proprietario lo ha fatto incidere sul retro della medaglietta, dove si legge: “Non mi sono persa, torno a casa da sola”.

Ma torniamo al centro commerciale. La scena che si palesa, immotivatamente, ai numerosi avventori della struttura potrebbe essere quella del povero amico a quattro zampe lasciato in balia del destino. Stella ha il collare ed è molto socievole. Si vede che è abituata a stare in compagnia degli umani. La notano coloro che entrano nel centro commerciale e la ritrovano ore o giorni dopo. L’indizio esclude che il proprietario sia entrato a fare la spesa per riprenderla al termine. Spesso ha vicino una ciotola d’acqua. Si sarà forse persa?

Ha una targhetta di riconoscimento rosa, con tanto di  nome (“Stella”) e numero di telefono, al quale risponde con malcelata apprensione Giulio Pezzini, il padrone della simpatica bastardina dagli occhi vispi: «E’ per Stella? Dove si trova stavolta? Al bar “Sonia”, al “Tommy’s” o alla “Gelateria delle rose”? Non all’ufficio postale, sono sicuro, perché ci va il lunedì. Non so perché, ma è così. E’ al centro commerciale? E’ il luogo che preferisce». Una volta compreso l’oggetto della telefonata, Pezzini tira un sospiro di sollievo. Certo è che “lo stile di vita”  della cagnolina non fa stare tranquilli lui e la sua famiglia. «Ma non riusciamo a trattenerla, pur avendole provate tutte. E’ anche furba. All’ordine di non uscire, calcola con lo sguardo lo spazio tra me e lei. Mi obbedisce solo se è tale che posso arrivare a prenderla prima dello scatto verso la libertà».

Poi l’uomo, che abita poco distante dal “Città delle Stelle”, spiega che da anni riceve telefonate («ho smesso di contarle dopo la cinquecentesima» racconta), alcune delle quali anche di insulti, per Stella. L’incisione sul rovescio della medaglia è stata quasi una necessità. Piuttosto originale, come lo è la storia della bestiola, adotta quattro anni fa dai Pezzini, dopo averla vista girovagare a Venarotta. Probabilmente allora era stata abbandonata davvero.

«Mia figlia Giulia (ora ha 14 anni, ndr) voleva prenderla subito e l’aveva già chiamata Stella. Le ho detto di affidarci al caso. Se l’avessimo rivista altre volte e se fosse salita in auto spontaneamente sarebbe stata sua. E così è accaduto. Anzi, una raccomandazione a quelli che la incontrano: non le aprite lo sportello della macchina, ama infilarcisi dentro!». «Appena averla presa – continua Pezzini – ci siamo accorti che era incinta. Ha partorito 5 cuccioli di cui 4 donati ed una, Maki, rimasta con noi. Per fortuna non è come la madre. Non si muove mai da casa. Stella aveva anche seri problemi di salute e l’abbiamo curata. Se le dovesse accadere qualcosa, per noi sarebbe una tragedia. Però non riusciamo a frenare il suo bisogno di… andare per negozi».

Stella si gusta il passeggio, non disdegna una carezza e apprezza ciò che eventualmente le viene offerto da mangiare. Quando è stufa di girovagare torna dalla sua Giulia e dalla figlia Maki.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X