facebook rss

Lorenzo Melosso:
dopo Ascoli trionfa
anche a San Ginesio

ASCOLI - Il 18enne ascolano, vincitore della Quintana di agosto con Porta Romana, regala La "Giostra all'anello" a Porta Alvaneto centrando tutti e dodici gli anelli e battendo Candelori, Lionetti e Picchioni. E ora sotto con la sfida allo scudo

Lorenzo Melosso

E’ decisamente il momento di Lorenzo Melosso che dopo lo strepitoso successo alla Quintana di Ascoli, quando si è imposto nella Giostra di agosto con ben 2.020 punti, oggi pomeriggio ha vinto anche la “Giostra all’anello” (domani 15 agosto seconda sfida con la “Giostra allo scudo”) del Palio di San Ginesio (Macerata). Lo ha fatto difendendo i colori di Porta Alvaneto e conquistando 1.739 punti. Ha messo in fila, nell’ordine, Alessandro Candelori (Porta Ascarana) che di punti ne ha fatti 1.685, Nicholas Lionetti (Porta Picena) 1.634, Fabio Picchioni (Porta Offuna) 1.516.

Lionetti e Picchioni sono stati protagonisti (e avversari) della Quintana di Ascoli: Picchioni con i Sestieri di Porta Romana (fino al 2018) e da quest’anno con la Piazzarola, Lionetti fino al 2018 con la Piazzarola. Candelori, umbro di San Gemini, è invece uno dei cavalieri della Quintana di Foligno per il Rione Giotti.

Lorenzo Melosso, ascolano di 18 anni, anche in questo caso il più giovane fantino in gara, è stato l’unico a centrare tutti e dodici gli anelli nelle quattro tornate. Grazie anche al successo di Ascoli, Melosso si stacca in vetta alla graduatoria riservata al “miglior giovane under 18” del Premio “Miglior cavaliere d’Italia 2019”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X