facebook rss

Cinque anni fa lo schianto dei Tornado
Le quattro giovani vittime
ricordate in una cerimonia a Gimigliano

VENAROTTA - I due velivoli dell'Aeronautica erano decollati da Ghedi per un’esercitazione. Alle 16,30 del 19 agosto 2014 l’impatto sui cieli ascolani. Persero la vita Mariangela Valentini, Paolo Piero Franzese, Alessandro Dotto e Giuseppe Palminteri. Alla presenza dei familiari, oggi una messa e l'onore ai Caduti

di Maria Nerina Galiè

Oggi, 19 agosto 2019, sono trascorsi cinque anni dal terribile schianto che alle ore 16,30 squarciò il cielo di Gimigliano, frazione di Venarotta che, conosciuta dal 1948 soprattutto per l’Apparizione della Madonna, finì all’improvviso alla ribalta internazionale. Due tornado dell’Aeronautica Militare, decollati dalla base di Ghedi (Brescia) per un’esercitazione entrarono in collisione per motivi ancora oggetto di indagine da parte delle Procure di Ascoli e di Verona. A bordo c’erano Mariangela Valentini (di Borgomanero-Novara, 32 anni), Paolo Piero Franzese (di Benevento, 35), Alessandro Dotto (torinese di Ivrea, 31) e Giuseppe Palminteri (di Palermo, 36), tutti morti nel terribile impatto.

Il monumento che ricorda il 19 agosto 2014

Nel giorno della ricorrenza, però, c’è spazio solo per il ricordo. Una preghiera e un abbraccio tra il Comune di Venarotta, teatro del tragico evento e i familiari delle vittime. «Non mancano mai – dice il sindaco di Venarotta, Fabio Salvi – sono qui già da qualche giorno. Anzi, ormai sono di casa, tanto hanno stretto un legame con i venarottesi e con tutto il territorio. Ogni anni tornano nei boschi dove  sono stati ritrovati i resti dei loro congiunti. Ognuno ha il “suo posto”, l’angolo su cui piangere».

Oggi alle ore 18, proprio a Gimigliano, all’ombra del monumento realizzato con una raccolta fondi dell’associazione Arma Aeronautica nel 2015, sarà celebrata una messa dal parroco don Elio Nevigari in suffragio dei quattro giovani capitani che dopo la morte furono “promossi” al grado di maggiore. A seguire, alle ore 19, una cerimonia renderà omaggio ai Caduti di tutti i tempi. La manifestazione, alla quale parteciperanno autorità civili e militari della provincia di Ascoli e i rappresentanti delle Associazioni combattentistoiche e d’arma, è stata organizzata come sempre dai Comuni di Venarotta e Ascoli e dalla sezione locale dell’Associazione che ha finanziato il monumento alla memoria.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X