facebook rss

Ascoli, Tesoro: «Puntiamo molto
su Pucino e Brlek,
forse arriva un difensore»

SERIE B - Il terzino: «Impressionato dai tifosi visti in Coppa». Il croato: «Sono contento di far parte di questo gruppo, possiamo disputare un grande campionato»

Raffaele Pucino, il ds Antonio Tesoro e Petar Brlek

 di Bruno Ferretti

«Ecco Pucino e Brlek, due nuovi giocatori sui quali puntiamo molto. Sono state trattative lunghe e laboriose, quella per Petar (Brlek, ndr) é iniziata addirittura a maggio. Alla fine siamo riusciti a portarli ad Ascoli. Pucino lo conosco bene, abbiamo condiviso una stagione a Vicenza che purtroppo si concluse male ma lui fu uno dei pochi a salvarsi. É un difensore esperto, affidabile, e conosce bene il campionato. Brlek ha tante qualità e in Serie B può fare la differenza». Parole di Antonio Tesoro, ds dell’Ascoli ch,e insieme alla responsabile della comunicazione Valeria Lolli, ha presentato Pucino e Brlek.

«Il mercato? Siamo quasi a posto ma se capitasse l’opportunità di migliorare l’organico, saremo pronti ad intervenire – aggiunge Tesoro – Abbiamo almeno due alternative per ogni ruolo. Forse prenderemo un altro difensore centrale ma solo se sarà in grado di elevare il livello qualitativo del reparto che é già bene assortito».

«Sono molto contento dei nuovi che si sono inseriti bene, ma tutti i ragazzi hanno l’atteggiamento giusto e si stanno allenando con grande impegno, sotto la guida di Zanetti che sta lavorando molto bene – spiega il diesse – siamo partiti bene vincendo due partite di Coppa ma non abbiamo fatto ancora niente e dobbiamo restare, tutti, con i piedi per terra. Il principale obiettivo dell’Ascoli resta il campionato e quindi concentriamoci sulla prima partita, contro il Trapani, dimenticando la vittoria in Coppa, sabato non sarà la stessa cosa».

«A Salerno sono stato due anni e ritengo di aver sempre fatto la mia parte. I tifosi mi stimavano – le parole di Raffaele Pucino – non nego di esserci rimasto male quando mi hanno detto che ero in vendita ma la mia delusione é stata di breve durata perché é arrivato la richiesta dell’Ascoli che reputo una grande squadra. Ho accettato subito. Sono molto contento della scelta fatta. Salerno é una piazza calda ma Ascoli non è da meno. Sono rimasto impressionato dalla presenza di tanto pubblico e dal tifo che c’è stato contro il Trapani in una partita di Coppa. Sono un terzino destro ma posso giocare anche a sinistra senza problemi come mi è capitato in passato – prosegue Pucino – qualche volta, all’occorrenza, ho giocato anche difensore centrale».

«Sono molto contento di essere venuto ad Ascoli e spero di rendermi utile alla squadra che considero forte – dice Petar Brlek, 25 anni, centrocampista croato – i compagni e il mister mi hanno accolto bene e ringrazio tutti. Il mio ruolo è mezz’ala ma posso ricoprire tutti i ruoli del centrocampo. Ho giocato in Croazia, Polonia, nel Genoa e poi in Svizzera, sempre in Serie A. Sono pronto per il mio primo, vero, campionato italiano».

Pucino nella sua gara d’esordio in Coppa contro il Trapani al “Del Duca”

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X