facebook rss

Fano-Samb, un altro grande ex
Mei, il tecnico del ritorno in C2:
«Promozione goduta a posteriori»

SERIE C - Oggi è il d.t. dell'Alma: «Se non ci fossero stati Cinciripini, Schiavi e Marchionni non so proprio come saremmo andati a finire». Iniziata la prevendita: 500 biglietti per i tifosi rossoblù

di Benedetto Marinangeli

Oltre a Gianluca Carpani, c’è anche un altro grande ex in casa Fano. Si tratta del direttore tecnico Giovanni Mei che conquistò sulla panchina rossoblù la promozione in C2 al termine del campionato 2000-2001. Subentrò a Peppe Donatelli dopo la sconfitta casalinga con il Cesi, con Luciano Gaucci che gli affidò la squadra. Una fantastica cavalcata coronata dalla vittorie del campionato con nove punti di vantaggio sul Tivoli.

Giovanni Mei

«Una grande soddisfazione –dice Giovanni Mei– che mi sono goduto solo dopo un po’ di tempo e che solo la storia ha valorizzato al massimo. Ero circondato da personaggi che hanno fatto di tutto per destabilizzare ambiente e squadra ed ho vissuto tante cose non proprio positive. Se non ci fossero stati Walter Cinciripini, Italo Schiavi e Nazzareno Marchionni non so proprio come saremmo andati a finire. Da parte mia sono stato bravo a tenere il gruppo perché io costruivo e quei personaggi disfacevano tutto. Addirittura dopo dieci vittorie consecutive pareggiammo a Morro d’ Oro e mi volevano esonerare. Sono molto orgoglioso di quella promozione ma come ho detto prima l’ho apprezzata dopo diverso tempo».
Mei, ed ora ecco il Fano.
«E’ la mia città, la mia storia, la mia famiglia. Mi hanno chiesto di collaborare ed ho accettato di buon grado. Non sono un diesse e neppure mi immischio nelle trattative di mercato. Ma dall’alto della mia esperienza posso dire la mia e portare in granata la conoscenza che ho del calcio. Ho solo un po’ d’ansia di non riuscire a fare ciò che si vorrebbe perché questo è un campionato difficile ma posso dire che stiamo sulla strada giusta».

Dopo la preparazione, si torna in campo

Una squadra totalmente rinnovata e piena di giovani.
«Visti i tempi con cui siamo partiti non mi aspettavo di riuscire a costruire una squadra così. Abbiamo in panchina un allenatore importante come Gaetano Fontana che ci può far fare tanta strada ed una struttura societaria fatta di persone serie. Ed è questa la cosa più importante e che mi piace di più».
Domenica arriva la Samb che sensazioni proverà?
«Un grande piacere rivederla anche se da avversario. E’ sempre bello giocare contro una grossa squadra, una piazza importante ed un pubblico fantastico. Cercheremo di fare il nostro dovere».
Mei, che tipo di partita sarà?
«Si tratta sempre di una prima giornata e questi incontri hanno sempre un alone di mistero. La Samb ha una squadra importante che ha come obiettivo i play off. Il Fano è partito tardissimo ed abbiamo fatto tutto in pochissimo tempo. Quella contro i rossoblù è la prima gara ufficiale che disputiamo con l’ organico al completo. A Gubbio ha giocato la Berretti, mentre contro il Teramo in campo c’erano solo  tre over. E’ molto difficile prevedere qualcosa. Mi auguro comunque che sia una bella partita».
Tifosi. E’ iniziata la prevendita per A.J Fano-Samb, in programma domenica 25 agosto, ore 17,30, allo stadio “Mancini” di Fano. I tagliandi per il settore ospiti saranno acquistabili senza obbligo di supporter card tramite il circuito Vivaticket, sia online che nei punti vendita autorizzati, al prezzo unico di 10€ + diritti di prevendita. Il giorno della gara il botteghino ospiti resterà chiuso e la prevendita terminerà alle ore 19 di sabato 24 agosto. I tagliandi a disposizione per i tifosi rossoblù sono 500.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X