facebook rss

Samb pronta all’esordio
Montero, dubbi in attacco:
in quattro per due maglie

SERIE C - Domenica a Fano. Confermato Cernigoi con Di Massimo, Frediani, Volpicelli e Orlando in ballo per il 4-3-3. Precedenti: granata in vantaggio, i rossoblù non vincono al "Mancini" da due stagioni. Biglietti finiti

di Benedetto Marinangeli

Sarà la rifinitura di sabato mattina a sciogliere gli ultimi dubbi sulla formazione della Samb che domenica 25 agosto scenderà in campo al “Mancini” di Fano. Montero ha le idee chiare per quanto riguarda l’aspetto tattico con il 4-3-3 ma è sulla scelta degli uomini che il tecnico uruguagio ha ancora qualche perplessità. Se per la difesa i posti sono già al completo con Santurro tra i pali ci saranno Rapisarda, Biondi, Miceli e Gemignani è a centrocampo ed in attacco che il trainer rossoblù dovrà scegliere gli uomini giusti.

Cernigoi sicuro di una maglia

Se diamo per scontato l’utilizzo di Gelonese da intermedio e Bove davanti la difesa (anche perché Angiulli si allena con i nuovi compagni solo da cinque giorni), per l’ altra mezzala sono in ballo Rocchi e Piredda. In avanti e soprattutto sugli esterni Montero ha l’imbarazzo della scelta. Con Cernigoi terminale offensivo in ballo per due maglie ci sono Di Massimo, Volpicelli, Frediani e Orlando.  Insomma ampia scelta e di qualità.

LA STORIA DEL DERBY – Con quello di domenica, sono diciotto i precedenti tra Samb e Fano. Nelle diciassette gare finora disputate al “Mancini” tra le due formazioni il bilancio è in favore dei granata con otto vittorie, sei pareggi e solo tre sconfitte. Bisogna anche segnalare uno spareggio per la promozione in Seconda Divisione disputato in campo neutro ad Ancona il 30 giugno 1929, vinto 2-0 dalla formazione rossoblù (reti di “Osvaldino” Taffoni e Tommaso “Massì” Marchegiani) che, poi, però rinuncia al salto di categoria. Il primissimo incontro tra le due formazioni si svolse il 6 gennaio 1929 con il Fano che si impose per 2-0, mentre risale al 28 febbraio 1932, la prima gara disputata (4-4 il punteggio finale).

Capitan Rapisarda pronto a guidare la squadra

L’anno successivo, nel marzo 1933, è di nuovo pareggio, 2-2 e per la Samb realizza una doppietta Ciarapica. Vittoria dei granata per 3-1 nella prima giornata del campionato 1933-1934 che precede altri due successi dell’Alma, 1-0 il 13 novembre 1938 e 5-1 il 17 dicembre dell’anno successivo. Un anno dopo la fine della seconda guerra mondiale, la formazione rossoblù conquista per la prima volta il Mancini di Fano. E’ il 3 febbraio 1946 e i rossoblù di Paolo Colli, Serafino “Safì” Capralini e Sirio Santi battono l’Alma 4-2 grazie alle reti di Palestini, Marcello Flammini e alla doppietta di Gigi Traini.
Rossoblù e granata si ritrovano dopo ben 45 anni, il 24 novembre 1991, con la Samb di Giorgio Rumignani che impatta per 0-0. Nei due successivi incontri in campionato, in serie D si registra una doppia sconfitta del club rivierasco per 1-0. La prima il 21 aprile del 2000, la seconda l’8 febbraio 2015. A segno per il Fano andò Andrea Sivilla. La Samb torna ad espugnare il “Mancini” dopo 70 anni l’11 ottobre 2015. Presidente Franco Fedeli ed in panchina Loris Beoni. 4-1 il punteggio in favore dei rossoblù, sancito dalle reti di Mario Barone (due), Davide Salvatori e Mario Titone. Il momentaneo pareggio del Fano fu realizzato su rigore da Andrea Sivilla.
Nella stagione successiva i rossoblù, questa volta diretti in panchina da Stefano Sanderra espugnano di nuovo Fano per 2-1. Doppio vantaggio della Samb con Leonardo Mancuso e Kolawole Agodirin. I granata accorciano le distanze grazie ad un rigore di Germinale per poi sprecare alcune comode occasioni per pareggiare, sventate da un super Pegorin oggi al Rieti.
Negli ultimi due precedenti si segnalano altrettanti pareggi. In entrambi i casi gli incontri si sono chiusi con il punteggio di 1-1. Il 18 marzo 2018 al gol dell’ ex Fioretti, rispose Luca Gelonese ad un quarto d’ora dalla fine. In panchina per la Samb c’era Eziolino Capuano. Lo scorso anno, invece, i granata passarono in vantaggio al 4’ del primo tempo con Acquadro ma poi fu Francesco Stanco al 27’ della ripresa a mettere a segno la rete del pareggio per la formazione allenata da Giorgio Roselli.
Infine bisogna segnalare anche tre precedenti in Coppa Italia: una sconfitta 0-1 ed eliminazione negli ottavi nel febbraio 1981 con Nedo Sonetti in panchina. Un pareggio 1-1 e qualificazione agli ottavi nel dicembre 1989 con il compianto Bruno Pace allenatore ed infine il 3-0 rimediato dalla Samb di Andrea Mosconi nell’agosto del 2014.

TIFOSI – E’ già sold out il settore ospiti del “Mancini”. I 500 biglietti messi a disposizione dei supporters della Samb, sono stati bruciati in poche ore e non si deve neppure attendere la chiusura della prevendita prevista per le 19 di domani sabato 24 agosto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X