facebook rss

Smascherato il ciclista pirata
che aveva investito
una bimba sul lungomare
Ha 46 anni, è di Martinsicuro

SAN BENEDETTO - La piccola, che ora sta bene, era stata travolta mentre attraversava la pista ciclabile all'altezza dello chalet Sabbiadoro. Il tentativo di fermarlo, la fuga. Le immagini della videosorveglianza portarono subito la Polizia nel vicino Abruzzo. Dopo due mesi identificato e denunciato

Il fermo immagine che venne diffuso dalla Polizia

Ci sono voluti quasi due mesi, ma alla fine ha un nome e un volto il ciclista che nel tardo pomeriggio del 27 giugno aveva investito una bambina di 9 anni sul lungomare di San Benedetto, all’altezza dello chalet Sabbiadoro, senza fermarsi, anzi fuggendo probabilmente in preda al panico. La Polizia nei giorni seguenti aveva addirittura reso pubblici alcuni fermo-immagine in cui si vedeva (non nitidamente) il volto dell’uomo, in tenuta da ciclista (caschetto, occhiali, ecc.) ripreso da telecamere della videosorveglianza subito dopo il fatto.

Un brutto episodio che aveva coinvolto una bambina che si trovava in vacanza a San Benedetto con i genitori. Rimase ferita tanto da essere trasportata prima all’ospedale “Madonna del Soccorso” e poi in quello regionale pediatrico “Salesi” di Ancona. Il ciclista addirittura venne inseguito da alcune persone che gli corsero dietro, ma riuscì a svignarsela.

Le indagini dei poliziotti del Commissariato di San Benedetto sono andate avanti e, dopo due mesi, cco che sono risaliti al responsabile dell’investimento. Aiutati anche da alcune immagini, sempre della videosorveglianza, che li hanno portati nel vicino Abruzzo. Lì il ciclista era stato immortalato mentre transitava per Martinsicuro e Villa Rosa. Vista la sua tenuta, la Polizia ha anche indagato negli ambienti sportivi, e alla fine hanno identificato il cicloamatore di 46 anni che abita a Martinsicuro denunciandolo alla Procura della Repubblica di Ascoli. Ora lui è nei guai mentre la bambina, per fortuna, sta bene.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X