facebook rss

Festival “Il mare dentro”,
al Circolo nautico
va in scena “Il vecchio e il mare”

SAN BENEDETTO - Lunedì 26 agosto alle ore 21 andrà in scena il capolavoro dello scrittore americano Ernest Hemingway, con Sebastiano Somma, Cartisia Somma e Riccardo Bonaccini al violino. La regia è di Somma, la riduzione e l'adattamento sono di Lucilio Santoni 

Sebastiano Somma

Al via la seconda serata del festival “Il mare dentro”, organizzato dall’associazione Marca d’autore e sostenuto dall’Amministrazione comunale di San Benedetto in collaborazione con AMAT. Lunedì 26 agosto alle ore 21, presso il Circolo Nautico di San Benedetto, andrà in scena “Il vecchio e il mare”, con Sebastiano Somma, Cartisia Somma e Riccardo Bonaccini al violino. La regia è di Somma, la riduzione e l’adattamento sono di Lucilio Santoni.

Alla fine della sua grande carriera di scrittore, Ernest Hemingway rimedita i temi fondamentali di ciò che ha elaborato negli anni, nella cornice simbolica di un’epica individuale e, contemporaneamente, ripercorre i grandi modelli letterari che, come Moby Dick, hanno reso celebre la letteratura nordamericana.

Ernest Hemingway

LA TRAMA – Il vecchio Santiago sfida le forze incontenibili della natura nella disperata caccia a un enorme pescespada dei Caraibi, e poi nella lotta, quasi letteralmente a mani nude, contro gli squali che un pezzo alla volta gli strappano la preda, lasciandogli solo il simbolo della vittoria e della riuscita nell’impresa. Forse per la prima volta nella sua vita, mentre ingaggia il corpo a corpo coi suoi nemici acquatici, si scopre coraggioso e fiero. Capisce che si può vincere, anche se dovrà realizzare che nella vittoria si nasconde la sconfitta, eterno dramma dell’essere umano.

Il ragazzino Manolin è l’unico essere umano che lo capisce e gli è fedele. Ha imparato il mestiere di pescatore e tutti i segreti dal vecchio, ma è costretto ad abbandonare il suo amico di viaggio, per volere dei genitori, che desiderano peschi su un’altra barca con maggior fortuna. Manolin però è molto affezionato al vecchio e, appena può, se ne prende cura come se fosse un figlio: un figlio che sogna i leoni! Nel rapporto intenso col ragazzino e nel ritrovarsi vincitore triste, Santiago trova la ragione della propria esistenza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X