facebook rss

Fuori programma
al Festival Liszt:
grande successo
per il jazz itinerante

GROTTAMMARE - Particolarmente riuscita e spettacolare la serata fuori programma. L’inattesa ma molto gradita performance musicale ha alternato momenti musicali diversi, in vari generi negli angoli più suggestivi del Paese Alto. Già si pensa di replicare il prossimo anno, con nuove incursioni nel jazz per attirare i più giovani

Furia Brass

Uno straordinario successo. Particolarmente riuscita e spettacolare, la serata fuori programma al “Festival Liszt” di Grottammare. L’inattesa ma molto gradita performance musicale ha alternato momenti musicali diversi, in vari generi. Una serata diversa dal solito, con l’obiettivo di far conoscere i luoghi dove Liszt ha soggiornato attraverso un percorso musicale variegato.

Protagonisti i bravi musicisti del Quintetto di ottoni “Furia Brass”, composto da talentuosi giovani del territorio: Edoardo Felicetti, Roberto Castelli, Giacomo Borraccini, Daniele Guerrucci, Lorenzo Mancini che si sono esibiti negli angoli più suggestivi del Paese Alto: dalla Scala Liszt allo spiazzo davanti alla chiesa di Santa Lucia fino al Torrione del Museo Fazzini. Musiche che hanno spaziato dalla classica al Jazz.

Il Trio Bravo Baboon

La serata si è conclusa a Piazza Peretti con l’esibizione del Trio Bravo Baboon, formato dal sambenedettese Gianluca Massetti alle tastiere e dai romani Dario Giacovelli al basso e Moreno Maugliani alla batteria. Hanno eseguito musica jazz, molto apprezzata dal pubblico, tra cui molti turisti che hanno richiesto ripetuti bis e applaudito a lungo al termine.

Ora, visto il successo, gli organizzatori pensano a incursioni nel genere jazz anche nelle prossime edizioni del Festival, con nuovi fuori programma destinati ai più giovani.

Fuori programma al Festival Liszt: al via una domenica di musica itinerante


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X