facebook rss

Due arcieri ascolani
ai Campionati italiani

TIRO CON L'ARCO - Si è conclusa la quattro giorni di gare a Schilpario (Bergamo) dove i portacolori della Compagnia Askalaie si sono piazzati al 9° posto (Giuseppe Capponi nel longbow) e all'11° (Giuliano Scancella nell'arco nudo)

Giuliano Scancella e Giuseppe Capponi

Due arcieri ascolani della Compagnia Askalaie di Ascoli hanno partecipato ai Campionati italiani di tiro con l’arco della Fiarc, la Federazione italiana arcieri di campagna, che si sono conclusi oggi 31 agosto nei suggestivi scenari di Schilpario, località in provincia di Bergamo. Giuseppe Capponi (vice campione italiano nel 2016 a Parma) si è classificato al nono posto nella categoria longbow, mentre Giuliano Scancella, al suo primo campionato nazionale, ha chiuso in undicesima posizione nella categoria arco nudo.

Sono stati quattro giorni di gare intense e molto impegnative, concluse sotto la pioggia, alle quali hanno preso parte circa 500 arcieri provenienti da tutta Italia. Come da regolamento, ogni giorno c’è stata una sfida nelle quattro specialità di simulazione di caccia,  con gli arcieri posti di fronte a realistici bersagli tridimensionali in poliuretano espanso: battuta, tracciato, percorso, round 3D.

Sia Capponi che Scancella ad Ascoli sono anche tra i protagonisti della gara quintanara “La Freccia d’Oro” rispettivamente per i Sestieri di Sant’Emidio e Porta Romana. Nella ricca bacheca di Capponi anche il Palio (vinto nella gara a squadre) e il premio singolo de “La brocca d’oro”. Scancella, invece, nella sfida dello scorso 26 luglio ha gareggiato nella finale a otto per la conquista della “brocca”.

Giuseppe Capponi

Giuliano Scancella

Cinquecento gli arcieri in gara

I percorsi delle quattro specialità

Una spettacolare veduta di Schilpario

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X