facebook rss

Unicam, 108 partecipanti
alla conferenza E-governament

SAN BENEDETTO - Quattro giorni fino a mercoledì 4 settembre nella sede rivierasca dell'Ateneo per la 18esima edizione del convegno internazionale

 

L’intervento del rettore Claudio Pettinari

Da oggi a mercoledì 4 settembre la sezione di Informatica dell’università di Camerino ospiterà nella sede Unicam di San Benedetto, la 18esima edizione del convegno internazionale “Egov-Cedem-Epart”, unione di tre conferenze sul tema della digitalizzazione della pubblica amministrazione. Tematiche principali trattate nel corso del convegno saranno non solo e-Government, Open Government, eParticipation ed e-Democracy, ma anche argomenti quali il ruolo dei social media, la trasformazione digitale nella società, l’intelligenza artificiale, le informazioni sulle politiche, la governance intelligente e l’innovazione sociale.

Sono 108 i partecipanti, provenienti da 30 differenti Paesi. Obiettivo del convegno, che vede nel comitato promotore i professori Flavio Corradini, Andrea Polini e Barbara Re, della sezione di Informatica di Unicam, è quello di creare un punto d’incontro tra ricercatori, tecnologi e addetti ai lavori che operano nel settore dell’innovazione dei processi della pubblica amministrazione da differenti prospettive, ma focalizzandosi sul ruolo giocato dall’informatica.

Tra i relatori, saranno presenti la professoressa Ingrid Schneider dell’Università di Amburgo, il professor Gerhard Schwabe dell’Università di Zurigo e la dottoressa Daniela Battisti, responsabile delle relazioni internazionali del team per la trasformazione digitale, che offriranno importanti contributi alla discussione sui temi di proprio interesse. Gli atti del convegno sono raccolti in due volumi contenenti i 40 articoli scientifici, frutto di un’accurata selezione da parte del comitato di programma composto da esponenti nazionali ed internazionali. La varietà degli interventi e l’elevato numero di articoli presentati, evidenziano in luce l’importanza dei temi trattati e l’interesse crescente sul tema da parte della comunità nazionale e internazionale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X