facebook rss

Samb a Pesaro per confermare
il buon momento
Montero: «Siamo cresciuti»

SERIE C - Il mister e il derby del "Benelli": «Troveremo una Vis che sa come farci male, dovremo essere attenti ma saremo protagonisti». Coppa: Fermana l'avversaria dei rossoblù nel primo turno del 9 ottobre

Paolo Montero (Foto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

«La Samb è cresciuta ed ha svolto una buona settimana di lavoro. Ora dobbiamo terminarla con l’esame di domenica e mi aspetto una risposta importante dai ragazzi».

Paolo Montero crede nelle potenzialità della sua squadra e giustamente la pungola in vista della trasferta di Pesaro. «Ho visto la partita disputata dai biancorossi contro il Cesena – dice il tecnico uruguagio – con la vittoria che è stata decisa in un minuto. Bisogna sempre stare attenti perché molte squadre giocano sfruttando le ripartenze. Abbiamo lavorato su queste situazioni di gioco e solo se saremo veloci e con la difesa alta potremo neutralizzare i nostri avversari. Certo, andremo incontro a qualche rischio, ma io preferisco morire in guerra in prima fila piuttosto che nelle retrovie. Anche perché ho a disposizione calciatori con grandi qualità».

Montero, poi, parla della Vis Pesaro. «Dovremo vedere – aggiunge – se loro continueranno a giocare con la linea a 5, in quel caso dovremo puntare di più sull’ampiezza perché si chiudono bene. Ma l’agonismo non dovrà mai mancare. Troveremo una Vis Pesaro che sa come farci male e dovremo essere attenti alle combinazioni Paoli-Voltan con quest’ultimo che sa muoversi molto bene in attacco. Allo stesso modo, però, i nostri avversari sanno che la Samb andrà al Benelli per essere protagonista”.

Montero, che partita si aspetta?

«Agonisticamente tutte le gare sono uguali. Il campo è più o meno come il nostro e quindi si potranno sfruttare gli spazi. Ai ragazzi chiedo maggiore concentrazione ed evitare gli errori commessi contro la Triestina. Domenica scorsa abbiamo mandato a tutti un messaggio importante. Contro la candidata numero uno alla vittoria del campionato abbiamo disputato un buon match. Ora viene il bello perché continueremo a migliorare e ci considereranno una squadra tosta».

E poi si tratta sempre di un derby.

«Sono tutti derby. Quando sono arrivato mi hanno parlato di quello con l’Ascoli. Poi c’è stata la partita di Fano, domenica ci sarà quella di Pesaro e poi chiuderemo il cerchio con la Fermana. A me interessa solo che la squadra continui ad esprimersi come ha fatto finora e migliorare di domenica in domenica».

Montero, non crede che i tanti elogi ricevuti domenica scorsa possano rilassare a livello psicologico la Samb?

«Non vedo questa problematica perché ho a disposizione una rosa importante. Se c’è competizione tra i compagni, l’allenatore è agevolato nel suo lavoro. Se uno si rilassa, il mister lo vede e si affida all’ altro compagno. La concorrenza fa bene perché alza il rendimento di tutti. E’ capitato anche a me quando facevo il calciatore. L’unione del gruppo, poi, la guida chi non gioca. E bisogna essere dei grandi uomini per saperlo fare. Se uno è arrabbiato perché non gioca va a parlare con l’allenatore ma senza mollare in allenamento. Il nostro obiettivo è che la Samb continui a fare bene».

Per quanto riguarda, infine, la formazione, Montero è esplicito. «Per il momento – conclude – voglio continuare a far giocare gli stessi undici di domenica scorsa. La squadra mi ha soddisfatto contro la Triestina e abbiamo anche armi importanti da sfruttare a partita in corso».

COPPA ITALIA – La Lega Pro ha definito gli incontri del primo turno di qualificazione che si disputerà mercoledì 9 ottobre. La Samb, per l’occasione riceverà la visita della Fermana. Chi passerà il turno, poi, se la dovrà vedere con la Ternana al Liberati per i sedicesimi di finale. Le gare si svolgeranno con gara unica a eliminazione diretta. Otterranno la qualificazione al turno successivo le società che avranno segnato il maggior numero di reti. In caso di parità nel numero di reti segnate al termine della gara, verranno disputati due tempi supplementari della durata di 15 minuti ciascuno. Perdurando la parità, l’arbitro procederà a far eseguire i calci di rigore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X