facebook rss

Il premier Conte alla Camera:
«La ricostruzione priorità
del nuovo governo»

POST SISMA - Il premier ha ribadito le intenzioni dell'esecutivo durante il discorso per la fiducia in Parlamento: «Il mio primo impegno pubblico in Italia sarà la visita ad alcuni comuni del cratere»
lunedì 9 Settembre 2019 - Ore 18:04
Print Friendly, PDF & Email

Conte durante il discorso alla Camera dei Deputati

di Luca Capponi 

Dopo la “dimenticanza” durante il discorso prodromico alle dimissioni, stavolta il riferimento, importante, al terremoto ed alla ricostruzione c’è stato. Il premier Giuseppe Conte, durante l’intervento odierno alla Camera volto ad ottenere la fiducia per il nuovo governo targato Pd-5 Stelle, ha confermato quanto detto nei giorni scorsi alle rappresentanze dei terremotati.

La visita ad Arquata dello scorso anno (foto Vagnoni)

«Massima priorità -ha spiegato il presidente del consiglio- assumeranno le politiche per la messa in sicurezza del territorio e per l’accelerazione della ricostruzione delle aree terremotate, anche attraverso l’adozione di una normativa organica che consenta finalmente di rendere una volta per tutte più spedite le procedure, in particolare per la ricostruzione pubblica. Ho incontrato una rappresentanza delle popolazioni colpite dal sisma durante le consultazioni, più volte anche lo scorso anno mi sono recato nelle zone terremotate non solo del centro Italia, desidero ripetere in quest’aula quanto già affermato: la ricostruzione sarà una questione prioritaria di questo governo».
La speranza, perché di speranza ce n’è ancora seppure sia agli sgoccioli, è che finalmente ci sia una svolta netta. Amatrice, Accumoli, Arquata in primis e tutti gli altri comuni di un cratere che, solo nel Piceno, ne conta ben 22.
«Il mio primo impegno pubblico in Italia -ha ribadito Conte- sarà proprio la visita ad alcuni comuni colpiti dal sisma: incontrerò sindaci, rappresentanti delle istituzioni locali e semplici cittadini». La parentesi aperta dal premier sulla ricostruzione è arrivata a mezz’ora circa dall’inizio del discorso durato circa un’ora e mezza, uno dei più lunghi che la storia ricordi.
Tra i primi nodi da sciogliere, quello relativo al commissario per la ricostruzione: resterà Piero Farabollini o ci sarà il quarto avvicendamento i tre anni, dopo Vasco Errani, Paola De Micheli (oggi ministro delle infrastrutture) e lo stesso Farabollini?

Il presidente Conte incontra i terremotati: «Con nuovo Governo impegno a ricostruire»

Nuovo Governo, il programma su “Rousseau”: la Ricostruzione è tra i primi punti


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X