Quantcast
facebook rss

Ameli (Pd): «Altri 8 milioni per le scuole,
ma il Comune riuscirà a spenderli?»

ASCOLI - «Ma se dalla Regione giungono buone notizie, sull'Arengo si addensano nubi. Sembrerebbe infatti che il commissario (di certo non espressione del Pd) abbia comunicato che il Project Financing così come redatto non sarebbe conforme alla normativa italiana sugli appalti»
...

«Dalla Regione Marche ci sono ulteriori 8 milioni per le nuove scuole ma il Comune rischia di perderli». E’ quanto afferma il consigliere comunale del Pd, Francesco Ameli, che interviene sul caso delle restyling delle scuole cittadine con i fondi della ricostruzione post sisma. «Dopo le dichiarazioni a mezzo stampa del sindaco Fioravanti -aggiunge Ameli- aventi ad oggetto l’edilizia scolastica, da buon consigliere comunale innamorato della città e preoccupato per studenti, insegnanti e genitori, mi sono mosso presso gli uffici competenti per avere maggiore contezza sulla fattibilità del “project financing” sulle scuole ascolane.

Francesco Ameli

A quanto mi risulta ci sarebbe un’ottima notizia: l’ ufficio sisma prevede ammissibili circa otto milioni di euro oltre i 23 inizialmente programmati per la ricostruzione/adeguamento delle scuole di competenza comunale. Ma se dalla Regione giungono buone notizie, dal fronte del comune si addensano nubi. Sembrerebbe infatti che il commissario (di certo non espressione del Pd) abbia comunicato al comune che il project Financing così come redatto non sarebbe conforme alla normativa italiana sugli appalti». Ameli si appella al sindaco. «A questo punto -afferma- invece di cercare responsabilità di altri enti o capri espiatori, il primo cittadino dopo averci spiegato perché in un anno e mezzo i fondi destinati alle scuole non sono stati usati e non si è aperto neppure un cantiere ci dovrà spiegare cosa intende fare per recuperare il tempo perduto. Gli ascolani meritano scuole sicure, belle e innovative dal punto di vista didattico. Chiedo -conclude- all’amministrazione: non sarebbe utile condividere questo progetto con i cittadini e con i quartieri visto che impatterà fortemente sulla vita di tutti i giorni? Decisioni che modificano sensibilmente la vita dei cittadini ascolani non possono essere assunte nella totale mancanza di condivisione, partecipazione e trasparenza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X