facebook rss

Samb riaccendi i motori
Montero: «Niente drammi,
ripartiamo allo stesso modo»

SERIE C - Il tecnico si riserva le ultime ore prima del match con l'Arzignano per decidere l'undici da schierare. «In questi campionati così competitivi si vince e si perde e quindi dobbiamo trovare la regolarità. Meglio perdere all’inizio che alla fine quando ti giochi gli obiettivi importanti»

Paolo Montero (Foto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

«La cosa più importante è continuare a fare quello che stiamo facendo. La tranquillità è tutto adesso». Testi e musica di Poalo Montero alla vigilia del match interno con l’Arignano. «In questi campionati così competitivi – aggiunge il tecnico uruguagio – si vince e si perde e quindi dobbiamo trovare la regolarità. Meglio perdere all’inizio che alla fine quando ti giochi gli obiettivi importanti. Ora possiamo sempre raggiungere tutto quello che ci siamo prefissati».

Insomma la sconfitta di Pesaro non ha lascia strascichi nella Samb. «Niente drammi – analizza Montero – i giocatori stanno lavorando bene e può capitare una domenica storta. Ripartiamo allo stesso modo. A Pesaro ho visto due Samb, una positiva ed una negativa. Quando iniziamo a lanciare frontalmente e la squadra è lunga ci sono i problemi e lo stesso capita quando abbiamo spazio per la manovra ed invece facciamo un’altra giocata. Dobbiamo giocare a due tocchi e far muovere gli avversari, mentre contro la Vis siamo stati lenti nella manovra. Contro la Triestina e nel secondo tempo a Fano abbiamo avuto la pazienza di decidere quando attaccare, facendo girare la palla e tenendo la squadra corta».

Montero, poi, guarda al prossimo avversario l’Arzignano Valcampo. «Una squadra che ha fame – dice – che vuole rimanere nella categoria. Dobbiamo essere bravi nelle marcature preventive che nel calcio di oggi sono importanti. Noi dobbiamo pensare a fare la nostra partita, con tutto il rispetto. Abbiamo parlato a lungo di loro e dei nostri difetti, ma la cosa più importante è come la Samb affronterà la partita. Le partite si vincono sui duelli, l’uno contro uno e le seconde palle».

Montero entra poi nello specifico. «L’Arzignano mi sembra una buona squadra. Ha un attacco veloce ed a centrocampo Maldonado che è il giocatore di maggiore spessore. Ma quello che conta sarà la Samb e ciò che esprimerà sul terreno di gioco. Giovedì e questa mattina (oggi, ndr) abbiamo parlato veneti e dei movimenti che adottano in campo. Ma ciò che conta è su come affronteremo la partita».

Montero

Sull’ undici che scenderà in campo, Montero è esplicito. «Oggi abbiamo lavorato bene –dice- ma la formazione la deciderò domani. Bisogna trasmettere alla squadra la giusta serenità, siamo noi gli adulti. Non eravamo il Real Madrid contro la Triestina, e quindi ci vuole il giusto rispetto per i calciatori sia che giochino bene o male. Io non credo che con questo ambiente e con questi tifosi la squadra volesse perdere a Pesaro. Il caldo? Ora c’è un’aria più fresca e non penso che possa influire nei novanta minuti».

E quindi la Samb che scenderà in campo domani (fischio d’inizio alle ore 15) la scopriremo al momento dell’ ufficializzazione. Rocchi, comunque sembra essere ancora fuorigioco con tre rossoblù in lotta per una maglia. E cioè Piredda, Panaioli e Bove con lo spostamento a intermedio di Angiulli. In avanti potrebbe scoccare l ‘ora di Frediani sin dal primo minuto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X