facebook rss

Fedeli: «Risolta col sindaco
la questione dello stadio,
in settimana definiremo tutto»

SERIE C - Il patron commenta la vittoria: «Un successo sofferto anche se la squadra ha creato tantissimo». Montero: «Successo che i ragazzi si meritano». Frediani il match winner: «Sono contento, ci ho creduto fino alla fine»

La Samb che ha battuto l’Arzignano (Foto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

«Sulla questione stadio abbiamo risolto tutto». Franco Fedeli risponde così, lapidario su chi gli ha domandato la mancata partecipazione della Samb al bando per la gestione del Riviera delle Palme. «Ho parlato con il sindaco Piunti ed è tutto a posto. Nei prossimi giorni il primo cittadino si incontrerà con il diggi Cinciripini per mettere a punto l’accordo raggiunto».

Chiusa questa doverosa parentesi, Franco Fedeli passa all’ analisi della partita. «Una vittoria sofferta – commenta il patron – anche se la squadra ha creato tantissimo. Nel primo tempo abbiamo avuto numerose occasioni da rete. Ma il calcio è questo. Non è la prima né l’ultima volta che chi sfiora il gol per parecchie volte, sbagliando tanto, poi, alla fine, venga punito.  A Pesaro avevamo meritato di perdere oggi invece le cose sono andate decisamente meglio, riuscire a raddrizzare una partita che sembrava stregata. La palla non voleva entrare, mentre loro alla prima occasione hanno fatto gol. Questo è un campionato in cui può accadere di tutto. L’ Arzignano ci ha messo in difficoltà  ma siamo riusciti a riprendere la partita per i capelli».

Franco Fedeli (Foto Cicchini)

Sui 1.789 abbonati, Fedeli la pensa così. «Sicuramente – dice – abbiamo migliorato il dato dello scorso anno. Ma credo che la sconfitta di Pesaro abbia influito sulla decisione di abbonarsi o meno. Se si vince si viene allo stadio mentre se si perde si diserta. Dipende tutto da noi, da ciò che la squadra riuscirà a fare. Al di la di tutto ci prendiamo questa vittoria che ci dà morale».

«Dobbiamo correggere quelle situazioni di gioco che anche oggi ci hanno penalizzato». Paolo Montero è contento per la vittoria ma sa bene che la Samb deve ancora migliorare. «Commettiamo errori nell’ uscita del pallone e nei primi tre passaggi –analizza- ed al primo sbaglio pregiudichiamo tutto quello che di buono abbiamo fatto. Questa è una vittoria che i ragazzi si meritano ma bisognerà prestare sempre la massima attenzione se vogliamo essere competitivi. Non possiamo poi giocare novanta minuti ad altissimi livelli ed è quindi naturale avere degli alti e bassi ed è quindi necessario trovare ancora il giusto equilibrio».

Montero giudica positivo l’esordio di Carillo. «E’ andato bene nelle preventive – dice – ed è stato anche particolarmente aggressivo. La conferma di un organico buono in cui non si sente la differenza tra chi esce e chi entra. Tutti danno ilo massimo e sentono di potere avere una chances da giocarsi. Alla Samb nessuno ha il posto garantito. Cosa ho pensato al gol dell’ Arzignano? Che era meglio se fossi rimasto in Uruguay ora che arriva lì la bella stagione. Scherzi a parte, stavamo facendo bene ed alla prima disattenzione siamo stati puniti. Ai ragazzi ho detto di essere pazienti ed alla fine sono riusciti a ribaltare il risultato. E’ una Samb di mestiere –conclude Montero- che deve sapere soffrire, reagire e lavorare».

Il sindaco Piunti

Primo gol con la maglia della Samb per Marco Frediani. Una rete che vale tre punti. «Su quella palla lunga – racconta – ci ho creduto fino alla fine. Forse il difensore dell’ Arzignano credeva di essere vicino alla linea di fondo ma sono riuscito a rubargli palla ed a battere il portiere. Sto migliorando di partita in partita. Questo perché non ho fatto la preparazione estiva e quindi ho fatto fatica a mettermi a pari con i compagni. Ora sto decisamente meglio. Oggi ci è mancato solo un pizzico di cattiveria sotto porta perché abbiamo creato tantissime occasioni da rete contro una squadra che è stata molto brava a gestire la partita. Possiamo e dobbiamo migliorare».

C’è tanta amarezza in casa Arzignano. A fare arrabbiare maggiormente il tecnico Alberto Colombo è stato il modo in cui sono scaturite le reti dei marchigiani. «Le squadre che debbono salvarsi – dice – non possono prendere gol di quel tipo. Due errori macroscopici in fase di controllo del pallone hanno permesso alla Samb di ribaltare il parziale. Se avessimo perso 3-0 in considerazione anche del grande primo tempo dei marchigiani non avrei avuto nulla da dire ma così per due ingenuità non mi sta bene e mi dà fastidio. Senza dimenticare che ancora in vantaggio, Santurro è stato protagonista di un intervento stratosferico ed abbiamo avuto anche altre situazioni di gioco che potevamo gestire meglio».

Al di la del risultato finale e per il modo in cui è venuto, Colombo può considerarsi soddisfatto della prova della sua squadra. «Siamo una formazione giovane. Che è riuscita a gestire bene il secondo tempo – dice – con un buon possesso palla. Però, lo ripeto, è molto fastidioso perdere in questo modo. Senza nulla togliere alla mole di gioco creata dalla Samb, sono gli episodi che hanno determinato la nostra sconfitta. Domenica prossima riceveremo la visita del Sud Tiro un’altra grossa formazione. Ma quando si cade, bisogna avere la forza di rialzarsi».

«Sono contento per il gol – commenta l’attaccante Davide Cais – e ringrazio Montero per i complimenti. Conoscevamo la forza della Samb ed abbiamo cercato di fare la nostra la partita soffrendo per cercare di portare a casa un risultato positivo. Poi, però, due nostri errori ci hanno penalizzato ma bisogna anche dire che la Samb ha sviluppato una grande mole di gioco nell’ arco dei novanta minuti. Ho avuto anche un’altra occasione ma ero troppo lontano dalla porta con la palla che è passata alta sulla traversa. Da questa partita prendiamo quello che di buono abbiamo fatto e soprattutto migliore in quelle situazioni di gioco che oggi ci hanno penalizzato».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X