facebook rss

Accoltellò un 35 enne davanti al bar,
dopo sei mesi
dovrà risponderne in Tribunale

SAN BENEDETTO - L'episodio accadde il 9 marzo scorso nel centro della città. Prima la lite all'interno, poi l'aggressore di 40 anni tirò fuori l'arma all'esterno del locale. Venne bloccato, ma la vittima nel frattempo ha subìto diversi interventi chirurgici. La conclusione delle indagini dopo le prove raccolte dalla Polizia

Il Commissariato di Polizia di San Benedetto

Un sambenedettese di 35 anni, G.A., venne aggredito e ferito dopo essere stato colpito con un coltello. L’episodio risale al 9 marzo 2019, oltre sei mesi fa. L’episodio accadde all’esterno di un bar nel centro di San Benedetto, dopo che all’interno era scoppiata una furiosa lite tra lui e il 40enne P.M., anche lui sambenedettese.

A quest’ultimo, pregiudicato, è stato ora notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari. Le indagini le hanno condotte i poliziotti del Commissariato di San Benedetto i quali hanno raccolto elementi di prova a carico del 40enne, consegnati poi alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ascoli. Il reato di cui P.M. dovrà rispondere è lesioni personali aggravate dall’uso dell’arma.

Il 35enne, un libero professionista, non riportò infatti un semplice graffio, ma ferite gravi tanto che è stato costretto a sottoporsi a diversi interventi chirurgici all’ospedale di Ancona. Quell’aggressione poteva anche finire in tragedia se un avventore del bar, il quale aveva assistito alla scena, non fosse riuscito a immobilizzare P.M. armato di coltello.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X