facebook rss

Emera, una ricerca musicale
che non vuol perdere
la sostanzialità delle parole

ASCOLI - Marco Piccioni e Paolo Travaglini, classi ‘99 e ‘98, ora sono a Milano e Torino per inseguire il loro sogno di cantautori. Cugini, muovono insieme i primi passi nella musica già da bambini, ma negli anni maturano due stili differenti

Emera è la creatura musicale di Marco Piccioni e Paolo Travaglini. Classi ‘99 e ‘98, i due sono nati e cresciuti ad Ascoli ma ora sono a Milano e Torino per inseguire il loro sogno di cantautori. Cugini, muovono insieme i primi passi nella musica già da bambini, ma negli anni maturano due stili differenti – Paolo dall’impronta più cantautorale e acustica, Marco più rock e sperimentale.

È nell’ultimo anno e mezzo che decidono di mettere insieme le loro diversità per creare qualcosa di nuovo per il panorama musicale nazionale, un progetto dove alla ricerca musicale non venisse meno la sostanzialità delle parole: nascono così gli Emera. “Non rischiare mai” rappresenta l’esordio del progetto musicale di Marco e Paolo,cui seguirà l’uscita del videoclip (diretto da Davide “Dod” Valenti)il prossimo 27 settembre, in attesa di altra musica entro la fine del 2019. Alle sessioni in studio hanno collaborato anche Simone “Fin” Marcucci (percussioni e produzione) e Andrea Brutti (al basso).

«Il gioco sta tutto nella capacità che abbiamo sviluppato nei tanti anni di dare seguito l’uno allo spunto dell’altro. Spesso uno di noi due ha un’idea, chiama l’altro, e la completiamo così, col confronto. Magari mancano le parole, o un ritornello, o qualcos’altro, ed esce fuori quando ci lavoriamo in due» racconta Travaglini.

«Più che idee le nostre le chiamerei soluzioni. Un pezzo quando nasce deve crescere, ha bisogno di altri mille pezzetti perché arrivi ad essere davvero ciò che vuoi. E non è semplice, perché spesso non si ha idea di ciò che si vuole. In due riusciamo a spiegarci la strada a vicenda, scoprendola passo passo, in studio o per telefono, come e quando capita. In questo senso il nostro è davvero un progetto condiviso, non c’è nulla che non abbiamo fatto insieme» spiega Piccioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X