Quantcast
facebook rss

Ripulire il fiume
da cartacce e rifiuti
Ecco i piccoli angeli della Valdaso

PULIAMO IL MONDO 2019 - Grande successo per l’iniziativa di Legambiente che ha fatto tappa in diversi comuni del Piceno e del Fermano, lungo le sponde del corso d'acqua. Coinvolti oltre 300 bambini delle scuole dell’infanzia, delle primarie e secondarie di I grado
...

Si è conclusa con successo l’iniziativa “Puliamo il Mondo”, promossa da Legambiente nei comuni della Valdaso con l’obiettivo di rimuovere i rifiuti abbandonati nelle foci, nei canali, negli spazi verdi delle città con gli studenti delle scuole, gli insegnanti e gli amministratori locali. Per rendere più vivibile e più bello il territorio e, in particolare per l’edizione 2019, il fiume Aso, dal comune di Montalto delle Marche fino alla foce sul Mar Adriatico.

Piccoli volontari al lavoro

Quest’anno alcuni Comuni aderenti al Contratto di Fiume della Valle dell’Aso, che prevede anche il Contratto di Fiume dei ragazzi, ovvero Altidona, Pedaso, Petritoli, Moresco, Monterubbiano, Campofilone, per la provincia di Fermo e Carassai, Montalto delle Marche e Montefiore dell’Aso per la provincia di Ascoli, hanno deciso di svolgere un’azione coordinata e di coinvolgere le scuole del territorio nella storica campagna di Legambiente.
Nel corso dell’evento, circa 300 bambini e ragazzi delle scuole dell’infanzia, delle scuole primarie e secondarie di I grado, armati di guanti, sacchetti e pettorine con lo slogan “Stiamo lavorando per noi”, affiancati dagli insegnanti, dai genitori e dai volontari di Legambiente, si sono divertiti a ripulire un tratto del fiume, e nel contempo, hanno potuto scoprire e conoscere la grande biodiversità presente ai bordi della macchia mediterranea lungo l’Aso.

L’iniziativa “Puliamo il Mondo”, coordinata dal comune di Altidona, si colloca all’interno di un percorso didattico che si concluderà con un concorso nelle scuole per l’ideazione del logo del contratto di fiume della media e bassa Valle dell’Aso. Proprio attraverso il Contratto di Fiume, infatti, i comuni aderenti intendono perseguire la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale. 
Hanno aderito all’iniziativa: la classe V della scuola Primaria di Altidona; la scuola Primaria di Pedaso; le classi I, II e III della secondaria di I grado di Campofilone; le classi I, II, III e V della primaria di Carassai; la classe I della secondaria di I grado di Montalto delle Marche; le classi III, IV e V della primaria di Petritoli; la scuola dell’infanzia di Moresco e la IV e V della primaria e la I, II e III della secondaria di I grado della scuola di Montefiore dell’Aso e alcune classi della scuola di Monterubbiano.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X