facebook rss

Consiglio rovente, respinte
le mozioni della minoranza

OFFIDA - Al centro del dibattito un distributore automatico dell’acqua, l’iniziativa “Adotta un aiuola”, schiamazzi notturni e decoro urbano. Entro un anno i vigili urbani forse passeranno da due a tre. Si farà il gemellaggio con Granarolo dell'Emilia (Bologna)

Il Consiglio comunale di Offida, al centro il sindaco Luigi Massa (Foto Simone Corradetti)

di Simone Corradetti

Clima rovente all’interno del palazzo municipale di Offida, nonostante le temperature autunnali, per il Consiglio comunale. Infatti non sono mancati momenti di tensione tra la maggioranza e la minoranza, sulle mozioni ed interrogazioni presentate dal gruppo “Obiettivi comuni per Offida”.

Al centro del dibattito le proposte di delibera dei consiglieri Piergiorgio Piccinini (capogruppo), Isabella Stracci, Eliano D’Angelo e Simona Fioravanti. La discussione è iniziata sulla eventuale collocazione, nel territorio di Offida, di un distributore automatico dell’acqua «all’interno di una casetta, come già visto in altri paesi». Secca la replica della maggioranza: «Nel centro abitato di Offida – dice il sindaco – ci sono molte fontanelle di acqua potabile e poco distanti dalle abitazioni. L’acqua pubblica – conclude Massa – è un bene primario, indispensabile per i cittadini e l’Amministrazione comunale è sempre sensibile e attenta a riguardo. Parere negativo». La mozione viene respinta con 8 voti contrari della maggioranza e 4 favorevoli della minoranza.

La seconda proposta dell’opposizione, riguarda l’iniziativa “Adotta un’aiuola” “per dare la possibilità alle imprese di curare uno spazio nel verde pubblico”. Per la maggioranza «c’è già un progetto previsto nel programma elettorale per contribuire al bene comune e premiare i cittadini più virtuosi, che vogliono contribuire al decoro urbano e dei giardini presenti sul territorio». Mozione respinta.

Al punto successivo, cresce la tensione, sull’interrogazione riguardante gli schiamazzi notturni nelle vie del centro storico. «I residenti – tuonano dall’opposizione – sono stufi di sopportare rumori molesti che si verificano da molti anni. Spesso – proseguono – durante la notte, la musica nei locali viene emessa a tutto volume. E le strade vengono trasformate in latrine». Non si fa attendere la risposta del sindaco Massa: «Nel 2019 non sono pervenute segnalazioni o sanzioni da parte della Stazione dei Carabinieri. Stiamo lavorando per estendere la videosorveglianza su tutto il nucleo urbano. Tra l’altro – conclude categorico – passeremo da due a tre unità con l’assunzione di un nuovo vigile urbano a partire orientativamente dal 2020».

Infine, il bilancio consolidato del 2018, le linee programmatiche del gruppo “Offida solidarietà e democrazia” e il gemellaggio con Granarolo dell’Emilia (Bologna), che vengono approvati a maggioranza: 8 voti favorevoli e 4 contrari della minoranza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X