facebook rss

Al “Del Duca” ottomila spettatori
Zanetti: «Con il Pescara
voglio rivedere il vero Ascoli»

SERIE B - L'allenatore: «Ninkovic? A volte reagisce così anche nelle partite di allenamento. Se mi avesse mancato di rispetto lo avrei messo fuori squadra. La società lo ha multato». Convocati Scamacca e Beretta. Le probabili formazioni. Attesi 600 tifosi del Pescara. Arbitra Aureliano, fischio d'inizio alle 21

di Bruno Ferretti

«A Cremona é stata per l’Ascoli una giornata storta in tutti i sensi. Una partita negativa sotto ogni aspetto, sicuramente la nostra peggiore. Troppi giocatori hanno reso al di sotto delle loro possibilità e di questo mi assumo la responsabilità perché, evidentemente, non sono riuscito a trasmettere la mentalità necessaria. In settimana abbiamo analizzato insieme cosa non ha funzionato e perché. Ci siamo guardati in faccia con franchezza. Adesso pensiamo al Pescara, una partita che vogliamo vincere per cancellare la brutta prova di Cremona». Così ha detto Paolo Zanetti alla vigilia del match con gli abruzzesi che precede la sosta. Si gioca in posticipo domenica 6 ottobre alle ore 21 e l’Ascoli andrà in campo conoscendo già gli altri risultati della settima giornata.

Scamacca

Nella lista dei 23 convocati, come previsto, mancano gli infortunati Ardemagni e Brosco, mentre c’è Scamacca, ormai recuperato dopo 4 turni di forzata assenza causa infortunio muscolare. Nella lista figura anche Beretta, finalmente disponibile: la sua ultima partita risale allo scorso marzo, oltre sei mesi fa. Beretta ovviamente partirà in panchina. E in panchina potrebbe andare anche Scamacca. «Il ragazzo é recuperato ma naturalmente non ha i novanta minuti nelle gambe, quindi devo valutare bene» ha spiegato Zanetti. É possibile che inizialmente la coppia d’attacco sarà formata da Da Cruz e Chajia, largo a sinistra, con Ninkovic libero di svariare su tutto il fronte offensivo. Poi, a partita in corso, ci potrà essere spazio per Scamacca e magari anche per Rosseti.

A proposito di Ninkovic, mister Zanetti ha chiarito: «Ho parlato con lui e gli ho fatto capire che a Cremona ha sbagliato. Nikola è fatto così. Vorrebbe sempre vincere e quando non succede ha reazioni scomposte. A volte gli succede anche quando facciamo partite di allenamento fra noi. Vi assicuro che non mi ha mancato di rispetto perché se lo avesse fatto lo avrei messo subito fuori squadra. Su questo non transigo. Lui indossa la maglia dell’Ascoli e ha mancato di rispetto alla società che difatti gli ha messo una multa. Il caso é chiuso. Ora concentriamoci sul Pescara, squadra che merita rispetto, che verrà con grandi motivazioni e farà di tutto per metterci in difficoltà. Cambierà il modulo tattico? Non lo so e non mi interessa: io spero solo di rivedere in campo il vero Ascoli con la giusta mentalità che ci ha contraddistinto nelle prime partite».

Beretta (Foto Edo)

«Sono sicuro che i nostri tifosi anche stavolta ci daranno una grossa spinta ma dipenderà soprattutto da noi – ha proseguito Zanetti – al Del Duca non dobbiamo assolutamente sbagliare la preparazione. Mai. Mi dispiace per le assenze di Ardemagni e Brosco – ha concluso il tecnico bianconero – ma sono tranquillo perché so che abbiamo alternative affidabili in ogni ruolo».

Gli spettatori saranno circa 8.000, un numero impressionante ma per certi versi contato vista l’importanza della partita. Da Pescara sono attesi quasi 600 tifosi.

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Valentini, Gravillon, D’Elia; Gerbo, Piccinocchi, Padoin; Ninkovic; Chajia, Da Cruz. A disposizione: Lanni, Novi, Andreoni, Laverone, Ferigra, Troiano, Petrucci, Brlek, Cavion, Rosseti, Scamacca, Beretta. Allenatore: Zanetti.

PESCARA (3-5-1-1): Fiorillo; Ciofani, Bettella, Scognamiglio; Vitturini, Memushaj, Bruno, Busellato, Masciangelo;  Galano; Brunori. A disposizione: Farelli, Campagnaro, Drudi, Cisco, Zappa, Crecco, Machin, Del Grosso, Camilleri, Di Grazia, Maniero. Allenatore: Zauri.

Arbitro: Aureliano di Bologna (assistenti Pagliardini di Arezzo e Saccenti di Modena, quarto ufficiale Sozza di Seregno).

Stadio: “Del Duca”, ore 21.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X