facebook rss

Una cena per commemorare
la Marcia su Roma
Rifondazione: «Basta sfregi
alla nostra memoria»

ASCOLI - Duro intervento della Federazione ascolana dopo quanto avvenuto lunedì sera 28 ottobre in un ristorante di Acquasanta Terme. Dure accuse a Fratelli d'Italia, ma anche un invito «ai rappresentanti locali che siedono nelle istituzioni della Repubblica Italiana di condannare questa iniziativa triste in un luogo dove era presente un'importante Brigata Partigiana e vicino al cimitero dei partigiani che ricorda l'eccidio di Pozza-Umito commesso dai nazifascisti»

Rifondazione Conunista interviene su quanto accaduto ieri in un ristorante di Acquasanta Terme, mostrando il menù della serata che riportiamo insieme a date, slogan e disegni che lo corredavano. Tra questi ultimi c’è anche il logo di Fratelli d’Italia.

«E’ una cosa che ci disgusta e ci indigna. Da quanto sembra – scrive in una nota la Federazione PRC di Ascoli – la locale sezione di Fratelli d’Italia ha organizzato una commemorazione, con menu incorporato, dell’anniversario della Marcia su Roma. Nel volantino si fa presente che il 28 ottobre 1922 è un giorno memorabile e indelebile e che la storia si rispetta e si commemora. A parte la riflessione sulla differenza tra storia e memoria sulla quale non ci dilunghiamo e che i nostri cari camerati nemmeno capirebbero, troviamo disgustoso – incalza Rifondazione – che in un Paese democratico, repubblicano, che ha conquistato la sua Costituzione e la sua libertà grazie al sacrificio di tanti partigiani che andarono a combattere i nazifascisti, si facciano ancora queste cose soprattutto da un partito che siede in Parlamento».

«Quello stesso Parlamento che è simbolo appunto della fine di quell’esperienza. Commemorare una data che ha dato il via a una serie di eventi luttuosi e drammatici per questo paese lo troviamo inappropriato e da condannare, e chiediamo ai rappresentanti locali di Fratelli d’Italia che siedono nelle istituzioni repubblicane, di condannare questa iniziativa triste e fuori luogo. Fuori luogo ancora di più – conclude la nota della Federazione ascolana di PRC – se si pensa che in una delle frazioni di Acquasanta è presente un cimitero dei partigiani che ci ricorda l’eccidio di Pozza-Umito, commesso dai nazifascisti, che in Acquasanta era presente un’importante Brigata Partigiana e che la nostra Provincia e la città di Ascoli sono medaglia d’oro per la Resistenza. Basta sfregi alla nostra memoria!».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X