facebook rss

Atletico Ascoli schiacciasassi,
Atletico Centobuchi si sblocca
Monticelli, un’altra rimonta

PROMOZIONE/IL PUNTO - Le tre picene del girone B. Euforia per la squadra di Filippini che ha agguantato la vetta della classifica. I biancazzurri di mister Grillo si godono l'exploit. Gli ascolani di mister Fusco ancora una volta masticano amaro

di Salvatore Mastropietro

Anche nel girone B del campionato regionale di Promozione è andato in archivio il primo terzo del torneo. La decima giornata, disputata nello scorso weekend, è stata ricca di gare interessanti. Su tutte quella tra Atletico Ascoli e Civitanovese, con i primi che hanno conquistato la vetta della classifica ai danni dei rossoblù dopo una grandissima prestazione. Da sottolineare, per quanto riguarda le picene, anche la vittoria di un Atletico Centobuchi al secondo timbro stagionale. Per il resto resta tanto equilibrio, ma almeno nella parte alta cominciano a delinearsi i rapporti di forza.

Stefano Filippini, tecnico dell’Atletico Ascoli

ATLETICO ASCOLI – Il successo ottenuto sabato sulla Civitanovese ha dato una botta di euforia a tutto l’ambiente. Cosa inevitabile se si considera lo spirito messo in campo dagli ascolani, il risultato raggiunto e tutte le implicazioni – su tutte la conquista della vetta della classifica. L’Atletico Ascoli è, dunque, dopo 10 giornate disputate la capolista del girone e vanta, come se non bastasse, il miglior attacco (23 reti) e la miglior difesa (7). I numeri rendono, dunque, giustizia a quanto mostrato fin qui, così come il rendimento dei singoli. Giusto per citarne alcuni: Alessio Rosa si sta confermando il bomber che a questi livelli (e anche oltre) tutti conoscono; Filipponi in difesa al fianco di Sosi sembra garantire tutto ciò che in parte è mancato lo scorso anno; Lion Giovannini è una garanzia, un vero fuoriclasse per la categoria. Ne è cosciente mister Filippini, che tuttavia non ha risparmiato qualche piccola puntualizzazione sulla prestazione dei suoi. Il riferimento al primo tempo della sfida di sabato, in cui i suoi hanno sofferto forse un po’ troppo, è abbastanza chiaro: «Ho un gruppo eccezionale, – ha dichiarato il tecnico – ma che nel momento di difficoltà ha paura di perdere. Non a caso nel secondo tempo ce la siamo scrollata e abbiamo dominato. Non dobbiamo mai abbassare l’attenzione e per le prossime gare dobbiamo ripartire dalle cose negative per correggerle».

Il ds Ameli dell’Atletico Centobuchi con Andrea Liberati, autore di un gol nella sfida con la Monterubbianese

ATLETICO CENTOBUCHI – Dopo poco più di un mese senza vittorie, finalmente l’Atletico Centobuchi è tornato ai tre punti. La voglia di tornare al successo era tanta e sul campo della Monterubbianese si è vista tutta. Gli uomini di Grillo hanno offerto un’ottima prova di forza (0-3), indirizzando la partita sui propri binari fin da subito. Dopo le difficoltà incontrate nelle partite precedenti per un calendario che non ha avuto pietà, ora i biancocelesti vogliono rifarsi contro avversari più alla portata. Con la vittoria di sabato, inoltre, hanno abbandonato la zona playout, ora distante un punto, e ciò potrà permettere di affrontare la prossima gara con maggiore tranquillità. Al “Nicolai” arriverà il Montecosaro, attuale fanalino di coda del raggruppamento. Avversario avvelenato, dunque, ma comunque alla portata per una squadra – quella di Gennaro Grillo – che ha come obiettivo quello di una salvezza tranquilla.

MONTICELLI – Quella delle rimonte subite è una costante sicuramente negativa di questa prima parte di stagione in casa Monticelli. Se in alcuni casi, come ad esempio contro Potenza Picena e Loreto, gli uomini di Fusco erano riusciti a portare comunque a casa un punto, sabato scorso si sono dovuti arrendere al Portorecanati. Una buona prima frazione conclusa in vantaggio grazie al gol di Ciuti aveva illuso i biancazzurri, che hanno poi subito un tremendo 1-2 nella ripresa. Scarsa tenuta fisica o mentale? Se ne starà sicuramente occupando mister Salvatore Fusco. Ora, però, è tempo di tornare a fare risultato e non interrompere quel processo di crescita che, seppur a piccoli passi, sembrava essersi avviato nelle ultime giornate. Il calendario, purtroppo, non è di grande aiuto dato che nelle prossime due partite il Monticelli dovrà affrontare nell’ordine le big Civitanovese e Maceratese. Sarà naturalmente molto difficile, ma sulla strada per la salvezza qualche punto può e deve arrivare anche da partite come queste.

RISULTATI: Atletico Ascoli-Civitanovese 4-1, Loreto-Aurora Treia 3-2, Montecosaro-Potenza Picena 0-0, Monticelli-Portorecanati 1-2, Monturano Campiglione-Chiesanuova 2-1, Palmense-Corridonia 0-1, Futura-Maceratese 1-3, Monterubbianese-Atletico Centobuchi 0-3.

CLASSIFICA: Atletico Ascoli 24 punti, Maceratese 23, Civitanovese 22; Monturano Campiglione, Portorecanati e Loreto 20; Corridonia 17, Aurora Treia e Palmense 13, Potenza Picena 12, Atletico Centobuchi 9, Chiesanuova 8, Monticelli 7, Monterubbianese 6, Futura e Montecosaro 5.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X