facebook rss

Subisce lo sfratto
e inizia a perseguitare il sindaco:
58enne finisce a processo

ANCONA - Vittima è Mirco Soprani, ex primo cittadino di Castelfidardo che a novembre 2015 si era rivolto ai Carabinieri per denunciare il pressing subìto da una donna ucraina

L’ex sindaco Mirco Soprani

Occupa abusivamente l’immobile da cui era stata sfrattata, chiede i soldi al Comune per pagare l’affitto e inizia a perseguitare il sindaco. Sono i fatti che la procura contesta a una 58enne ucraina rinviata questa mattina a giudizio dal gup del Tribunale di Ancona, Francesca De Palma. Le accuse sono stalking e invasione di edifici. Il primo reato vede come vittima Mirco Soprani, ex primo cittadino di Castelfidardo (Ancona).

La seconda contestazione ha come parte lesa la proprietaria dell’appartamento occupato abusivamente dall’imputata nel giugno 2015. Il processo inizierà l’11 marzo 2020. Gli atti persecutori nei confronti di Soprani sarebbero iniziati subito dopo lo sgombero dell’appartamento decretato con un atto del Tribunale di Ancona ed eseguito grazie all’intervento dei Carabinieri. Il giorno dopo lo sfratto, la donna era tornata all’interno dell’immobile, occupandolo senza alcun diritto. Stando alla procura, per pagare affitto e bollette si era rivolta al sindaco in maniera ossessiva, tampinandolo sul luogo di lavoro, appostandosi sotto casa e sotto il suo ufficio. Per ore e ore. Al solo scopo di chiedere soldi. Per un periodo, l’ex primo cittadino sarebbe anche stato costretto ad uscire di casa da un accesso secondario per il timore di trovarsi davanti, anche alle prime luci dell’alba, l’imputata. Alla donna sarebbe stato anche offerto un lavoro, da lei rifiutato. A novembre 2015, il sindaco era stato costretto a sporgere denuncia.

(fe.ser) 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X