facebook rss

Ascoli: il manager Di Maso, esperto di marketing
può entrare nel Cda dell’Ascoli

SERIE B - L'imprenditore romano è amico del patron Massimo Pulcinelli che vorrebbe coinvolgerlo. Ha visto alcune partite dei bianconeri ed é stato al convegno "Cresciamo insieme"

Massimo Pulcinelli e Andrea Di Maso al convegno “Cresciamo Insieme” al Teatro Filarmonici (Foto Vagnoni)

di Bruno Ferretti

Il Consiglio d’amministrazione dell’Ascoli potrebbe presto arricchirsi con l’ingresso di un altro membro. Secondo indiscrezioni potrebbe essere Andrea Di Maso, manager romano, presidente e amministratore delegato di “Fragola Company”, gruppo di comunicazione e marketing, digital strategies, eventi e produzioni Tv”.

Insieme in aereo

Di Maso, laureato in Scienze della pubblica amministrazione all’Università di Macerata, è grande amico del patron bianconero Massimo Pulcinelli che vorrebbe inserirlo nel Consiglio d’amministrazione dell’Ascoli per rinforzare l’assetto societario. Di Maso é anche amico del nuovo presidente Carlo Neri. Fisicamente ha una vaga somiglianza con Roberto Mancini, CT della Nazionale azzurra di calcio. L’imprenditore romano è stato al “Del Duca” e con Pulcinelli si è recato a Cremona per seguire la partita dell’Ascoli. Una partita storta conclusa con la sconfitta. La scorsa settimana Di Maso ha assistito alla convention “Cresciamo insieme” organizzata dal patron bianconeroal Teatro Filarmonici di Ascoli.
“….. dopo tanti anni di management sportivo ho capito che lo sport è un grande sogno! Auguri per il nuovo ruolo al presidente dell’Ascoli Calcio, al mio amico Carlo Neri” ha scritto di recente Di Maso sul proprio profilo social. In precedenza, sotto una foto che lo ritrae seduto davanti a Pulcinelli, ha scritto: “Il tipo che sta dietro di me dice che vuole portare l’Ascoli in Serie A….. sarà vero?”.
Il Cda del club bianconero attualmente é composto da: Carlo Neri (presidente), Vittorio Cimin (vice),  Andrea Leo (amministratore delegato), Giuliano Tosti, Gianluca Ciccoianni, Massimiliano Mostacchia e Massimo Ferrara.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X