facebook rss

Luminarie, concorsi, musica e novità
Il Natale 2019 parte in anticipo
A Capodanno arriva lo Zoo di 105

ASCOLI - Il ricco calendario di eventi è stato definito, in netto anticipo rispetto al passato. Si parte il 30 novembre con l'inaugurazione del Villaggio in piazza Arringo. Confermate fiera (22 dicembre), befane (5 gennaio) e Concerto di Capodanno (1 gennaio). Le luminarie già accese tra dieci giorni. Il sindaco Fioravanti: «Appello affinchè si acquisti in città»

Foto di rito in occasione della presentazione del calendario delle feste 2019

di Luca Capponi 

Natale 2019 con una serie di novità e un (ricco) calendario di eventi già pronto, prima volta, a fine novembre. E’ lo stesso sindaco Marco Fioravanti a spiegarne il motivo. «Ci tenevamo ad offrire sia ai turisti che ai cittadini una programmazione ben definita in anticipo rispetto al passato, in modo da aumentare attrattività e coinvolgimento» spiega il primo cittadino, elencando subito alcune peculiarità delle imminenti festività.

Gli assessori Acciarri, Vallesi e Stallone col sindaco Fioravanti

«Avvieremo un progetto pilota che prevede lo spostamento del mercato degli ambulanti nella zona di piazza Roma, corso Trento e Trieste, via Ceci e via D’Ancaria, in tutto il periodo che va dal 7 dicembre al 7 gennaio, il mercoledì e il sabato -aggiunge Fioravanti-. Il tutto ovviamente per alleggerire piazza del Popolo anche a beneficio dei visitatori».
Altra differenza rispetto agli anni scorsi è l’installazione delle luminarie, che come ricorda l’assessore al commercio Nico Stallone «per l’80% saranno attive già dal 1 dicembre, mentre dal 29 novembre si accenderanno i proiettori».
«L’appello che faccio, e che verrà supportato anche dall’iniziativa “Compra in Ascoli” realizzata insieme all’associazione Wap, è quello di vivere il più possibile la città e di fare acquisti in loco per supportare e aiutare i nostri commercianti, veri e propri eroi» aggiunge ancora Fioravanti, presente in sede di varo ufficiale del programma insieme al team di assessori, ai rappresentanti di Wap Marco Di Sabatino e Arianna Trillini (e con l’artista Barbara Brozzi, la quale ha fornito idee e mani per realizzare 60 splendide ghirlande) nonchè Mirko Loreti e Sara Nardini della Pagefha.

La fiera dello scorso anno

“Compra in Ascoli”, che consta anche di alcuni concorsi e premi sia per gli esercenti che per i clienti, è solo una delle iniziative che caratterizzeranno le feste già dal 1 dicembre col doppio concerto della junior band Anbima Marche (al Ventidio Basso, ore 18) e della corale polifonica “Beata Assunta” di Force con l’omaggio a Rossini (auditorium Neroni, ore 22). «Abbiamo dato priorità a bambini e famiglie ma non solo -aggiunge l’assessore agli eventi Monia Vallesi-. Il capodanno in piazza del Popolo, infatti, vedrà protagonista lo Zoo di 105, ma c’è anche “Natale in musica” con una serie di concerti itineranti. Confermato l’evento dedicato alle befane, il 5 gennaio in piazza del Popolo, anticipata il 1 gennaio dalla tombola della befana in piazza Arringo».
Come detto, tanta è la carne al fuoco. La classica Fiera di Natale è confermata per il 22 dicembre, così come il Concerto di Capodanno del 1 gennaio al Ventidio Basso, mentre presso la Sala Cola d’Amatrice verrà attivata l’area ludico creativa “Riù con noi”, aperta nei fine settimana. La ricorrenza più imminente, però, è quella dell’inaugurazione del Villaggio di Natale in piazza Arringo, il 30 novembre alle 16. Due i presepi viventi: il 26 dicembre al chiostro di San Francesco e il 28 dicembre, itinerante, da piazza Ventidio Basso.
Altra data da segnare è quella dell’8 dicembre, quando partiranno anche il Mercatino della Stella nei pressi del Battistero, la casa di Babbo Natale (giardini comunali) e il laboratorio ludico-teatrale “Fabbrica di Santa Claus” per addobbare l’albero di piazza Arringo con oggetti creati per l’occasione da materiali di riciclo, cui seguirà l’accensione dello stesso insieme alla cooperativa sociale Pagefha.
Chiusura col sindaco Fioravanti, in materia di saldi, che la Regione ha deciso di anticipare a dicembre nei comuni del cratere sismico. «Un provvedimento che non condividiamo e riteniamo errato -ribadisce insieme a Stallone-. Proprio nel momento in cui i nostri commercianti potrebbero avere più rientro si fa una scelta del genere. Molti operatori sono d’accordo con noi ed è nelle intenzioni fare un passo formale in tal senso motivando alla Regione le nostre ragioni».

Il calendario


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X