facebook rss

Terremotato picchiato con una mannaia,
altra condanna per l’aggressore

ASCOLI - Il giudice Barbara Pomponi lo ha condannato a sei mesi per il furto e la detenzione del coltello per i fatti risalenti al 7 dicembre 2016. In precedenza l'uomo aveva già patteggiato 2 anni

I danni del sisma (Foto Vagnoni)

Altri sei mesi di reclusione “in continuazione”. E’ stata questa la sentenza emessa dal giudice Barbara Pomponi a carico di M.S., l’uomo  che il 7 dicembre del 2016 aggredì con una mannaia un marocchino terremotato ed ospitato in un hotel di Centobuchi di  Monteprandone. Anche l’aggressore era ospitato nella stessa struttura alberghiera. La lite scoppiò a quanto pare per futili motivi con il marocchino che riportò diverse ferite e contusioni tali da costringerlo a ricorrere alle cure del pronto soccorso di San Benedetto. Nel maggio del 2017, l’aggressore, difeso dagli avvocati Silvia Morganti e Umberto Gramenzi, aveva patteggiato una pena di due anni. Questa volta l’accusa riguardava il furto e la detenzione della mannaia. Il pm aveva chiesto una pena di 3 anni e 2 mesi di reclusione.

rp


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X