facebook rss

Il ricordo di Emidio Cecchini,
nel segno della cultura

ASCOLI - Appuntamento alla libreria Rinascita mercoledì 4 novembre con l'evento organizzato dalle Acli. Una tavola rotonda con gli operatori del settore e la consegna della targa premio "La nota d'oro" per tenere viva la memoria del presidente

Le Acli provinciali e Acli Arte e Spettacolo di Ascoli, con il patrocinio e il contributo dell’Assemblea legislativa della Regione Marche,  ricorderanno Emidio “Mimmo” Cecchini, che è stato presidente nazionale di Acli Arte e Spettacolo e delle Acli provinciali di Ascoli Piceno, scomparso nel 2016.
Lo faranno attraverso un convegno dal titolo “La cultura traino del progresso”, che si svolgerà mercoledì 4 dicembre dalle ore 17,30 presso la libreria Rinascita. Alla tavola rotonda, che sarà coordinata da Giampiero Giorgi (presidente di Acli Arte e Spettacolo), prenderanno parte Erica Mastrociani (scrittrice), Sergio Capoferri (fisarmonicista), Giorgia Spurio (poetessa) e Roberto Paoletti (attore teatrale).

L’indimenticato Emidio Cecchini

«Senza radici, nessun futuro è possibile -commenta Giorgi-. Nessun elogio del passato ma il passato come fonte di approvvigionamento di risorse le quali servono a dare quella consapevolezza e quel valore aggiunto che solo noi, italiani siamo in grado di applicare ad ogni idea, azione o progetto. Abbiamo bisogno forse di rieducare questa società a leggere il presente con più pragmaticità e meno superficialità. L’informazione massiva indistinta ma copiosa e invadente, apparentemente ci tiene informati. Come può la cultura far fronte ad un modello di società in cui tutto invita a prendere senza chiedersi a cosa serve, o se è utile? Noi che ci occupiamo di arte attingiamo dalla vita vera e trasportandola in un palcoscenico la rendiamo finta ma non falsa. Educare è anche questo, poter ridere o piangere di ciò che quotidianamente affrontiamo. A questo tema i nostri invitati, cercheranno, ognuno per il ruolo di dare una risposta».
«L’organizzazione di iniziative con le quali facciamo memoria di idee, proposte e insegnamenti di chi ci ha preceduto – conclude Claudio Bachetti, presidente delle Acli – è fondamentale per portare avanti le attività di promozione sociale delle Acli, perché attraverso questi momenti prendiamo piena coscienza che la qualità del nostro futuro dipende anche dalla nostra capacità di valorizzare e attualizzare il “buono” del  nostro passato».
Al termine dell’evento, che si concluderà con un momento conviviale, verrà consegnata la targa-premio “La Nota d’oro”, relativa al terzo Memorial Emidio Cecchini, a un artista che si è particolarmente distinto anche nel campo sociale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X