facebook rss

“Francesco e il Sultano”,
incontro tra le diversità

ASCOLI - Venerdì 6 dicembre l’Auditorium Montevecchi ospiterà lo spettacolo per il sostegno alla Campagna Tende di Avsi. Sul palco le voci di Mirna Kassis, siriana cristiana di Damasco, e Valeria Khadija Collina, italiana convertita all’Islam

Venerdì 6 dicembre alle 21 l’Auditorium Montevecchi ospiterà “Francesco e il Sultano. Ainalsharaa – Il pozzo dei poeti” per il sostegno alla Campagna Tende di Avsi.

Mirna Kassis e Valeria Khadija Collina

Nata nel 1972, Avsi è un’organizzazione non profit che realizza progetti di cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario in 32 paesi del mondo grazie a un network di 34 enti, soci fondatori, e di oltre 700 partner. Nell’ambito della raccolta fondi 2019, il Centro Culturale Clemente Rebora di Ascoli propone lo spettacolo in cui due donne affrontano il tema dell’incontro tra le diversità, a partire dall’incontro tra il Santo di Assisi e uno dei più influenti capi dell’Islam.

Mirna Kassis

Nel 1219 Francesco si presenta a Damietta, sul delta del Nilo, al cospetto del Sultano d’Egitto e Siria Malik al Kamil. Non ha in mente strategie per risolvere il conflitto né cerca vie di compromesso: si presenta come semplice cristiano e viene accolto come ambasciatore di pace. Questo episodio di ottocento anni fa, narrato da poche fonti dell’epoca, è stato oggetto di innumerevoli commenti nel corso dei secoli.

Valeria Khadija Collina

Lo spettacolo Francesco e il Sultano. Ainalsharaa – “Il Pozzo dei Poeti” indaga questo avvenimento dall’esito misterioso, tentando di coglierne il segreto: che cosa convinse il Sultano? Che cosa lo conquistò nella figura di Francesco? E in che cosa quest’ultimo trovò il coraggio, la forza, la semplicità di compiere questo gesto? Attraverso parole, musica e canto, lo spettacolo esplora ciò che questo fatto di ottocento anni fa può dire al presente. Per capire che cosa c’è all’origine della possibilità della pace e da quale posizione umana può essere costruita.
Sullo sfondo della narrazione principale, dialogheranno le voci di Mirna Kassis, siriana cristiana di Damasco, e Valeria Khadija Collina, italiana convertita all’Islam, cui si intreccerà la musica di Fabio Mina. “Francesco e il Sultano” è una produzione Made Officina Creativa con regia di Otello Cenci, in cui si alterneranno brani recitati e cantati, musica e proiezioni di immagini. Le illustrazioni sono di Alice Tamburini, le immagini di Joseph Nenci. Per informazioni, tel. 349.6614407.

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X