facebook rss

“Guerra bambina”,
presentazione/laboratorio
del libro per bambini

ASCOLI - Tris di appuntamenti (8, 12 e 19 dicembre) con il libro di poesie e ritratti fotografici di bambini che vivono in zone di guerra. E' per bambini dagli 8 anni in su e ai loro accompagnatori, e prevede attività sulle emozioni, la Convenzione dei diritti dell'infanzia e la poesia. La partecipazione è gratuita

“Guerra bambina” dell’educatrice e poetessa Simona Novacco, pubblicato da Edizioni La Gru. Nuovo incontro rivolto ai bambini domenica 8 dicembre alle ore 17,30 allo Spazio NovaDea della Libreria Prosperi di Ascoli. Il libro, vincitore nel 2018 del Premio Books for Peace, affianca poesie a ritratti di bambini che vivono in zone di guerra, scatti del fotografo Andrea Palmucci, ai quali i versi donano una voce che si aggiunge a quelle di una bambina di nome Guerra, filo conduttore di una favola sospesa, dal finale aperto. L’incontro sarà introdotto da Chiara Galentsios. La presentazione/laboratorio è rivolta a bambini dagli 8 anni in su e ai loro accompagnatori, e prevede attività sulle emozioni, la Convenzione dei diritti dell’infanzia e la poesia. La partecipazione è gratuita.

Simona Novacco

L’AUTRICE – Simona Novacco (1975) vive e lavora a Pescara. Educatrice per la prima infanzia, educatrice per il Roster Emergenze Save The Children Italia, giornalista pubblicista, laureata in Lingue e Letterature straniere e in Scienze delle Professioni educative, dopo anni di attività nel teatro danza come danzatrice, autrice e regista, porta avanti una personale ricerca tra poesia, pedagogia, teatro. Suoi scritti sono presenti in riviste e antologie. Del 2013 è la sua prima raccolta poetica, “Le ore della sera che seguono alla cena”, poesie per la scena. Alcune sue poesie sono presenti nell’antologia poetica “Dieci gocce d’autore” (IlViandante 2017) e in “Poesia 2018. Centocinquanta poeti in antologia” (IlViandante Editore). Del 2019 è la sua ultima raccolta di poesie “Codice p. In memoria del padre” per Ianieri Edizioni.

IL FOTOGRAFO – Andrea Palmucci si diploma all’Accademia di Belle Arti di Cuneo. Lavora per i più grandi Festival Jazz Italiani ed Europei, sia come fotografo ufficiale che come fotografo freelance e pubblica foto sulle più importanti riviste Jazz internazionali. Collabora e partecipa a numerose esposizioni fotografiche in Italia e in Francia. Dal 2010 è il fotografo ufficiale e responsabile fotografi del “Percfest” di Laigueglia, Festival europeo di percussioni. Nel 2015 vince il “Jazz Award” come “Jazz Photo of the Year 2015” di New York e vince il secondo premio al “Jazz World Photo 2015” di Praga. Dal 1998 collabora con diverse associazioni umanitarie per l’aiuto in Bosnia, Sud America, Africa e attualmente svolgendo un progetto fotografico sui rifugiati siriani. Dal 2015 collabora con l’Associazione Support and Sustain Children. Nel 2016 nasce il progetto fotografico Human Race, lavoro incentrato sui bambini siriani, curdi, africani e sud americani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X