facebook rss

“Compra in Ascoli”
per incentivare gli acquisti,
ma non solo durante le festività

ASCOLI - Hanno gia aderito più di cento commercianti. Insieme all'accensione delle luminarie e alla tariffa agevolata per i parcheggi, l'obiettivo è attrarre più persone possibili. E nasce il nuovo logo "CentroStorico Ascoli Piceno". Iniziativa presentata dal presidente del Wap Marco Di Sabatino, dal sindaco Marco Fioravanti, dall'assessore Nico Stallone e dal presidente del Consiglio comunale Alessandro Bono

Nico Stallone, Marco Fioravanti, Marco Di Sabatino, Alessandro Bono

di Stefania Mistichelli

Acquista in centro e vinci. Semplice e allettante il progetto ideato dall’assessorato al commercio del comune di Ascoli e condiviso con Wap, la rete di commercianti che da diversi anni cerca di attivarsi per rilanciare l’economia cittadina.

«Lanciamo oggi un nuovo brand – spiega il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti, affiancato dal presidente del Consiglio Alessandro Bono – riconoscibile e inequivocabilmente ascolano anche nell’uso delle parole: “Compra in Ascoli”. Si tratta di una modalità nuova per incentivare gli acquisti in città nel periodo natalizio e non solo. Un’attività progettata per rilanciare il nostro centro storico e che, insieme all’accensione delle luminarie, programmata per lunedì, e alla tariffa agevolata dei parcheggi (metà prezzo dal 15 dicembre) speriamo porti sempre più persone ad acquistare in centro».

Il progetto consiste in un concorso, già valido, che coinvolge cittadini e commercianti che vi hanno aderito, oltre cento per ora ma il numero è in crescita, e che saranno individuabili grazie alla vetrofania dedicata. «L’idea – spiega il presidente di Wap Marco Di Sabatino – è quella di promuovere quel centro commeriale naturale di cui tanto si è parlato anche in passato, mettendo in piedi un circuito tra attività che collaborino per la comunicazione e l’organizzazione degli eventi. “Compra in Ascoli” vorremmo che diventi un format che in diverse forme attraversi tutto l’anno. Il concorso consiste nel premiare i trenta scontrinatori folli, cioè i trenta clienti del centro storico che avranno maggiormente acquistato nei negozi che espongono la vetrofania (acquisto minimo di 10 euro). Non sarà premiato chi spende di più, ma chi colleziona più scontrini, proprio perché quello che vogliamo fare è stimolare l’abitudine dell’acquisto in centro».

Gli ascolani, dunque, potranno acquistare i loro regali o consumare i loro pasti presso i negozi che aderiscono all’iniziativa, farsi firmare dagli esercenti gli scontrini e metterli da parte. «Dal 7 gennaio – continua Di Sabatino – gli scontrini raccolti potranno essere imbucati, in busta chiusa, in una cassetta postale dedicata che verrà posizionata in un luogo che comunicheremo più avanti. I trenta che avranno collezionati un maggior numero di scontrini, vinceranno un buono sconto di 100 euro da spendere nei negozi del circuito. Ci sarà anche un premio per la vetrina più bella e, anche in questo caso, i negozi che collezioneranno più like sulle pagine facebook di Wap e del comune si aggiudicheranno un buono sconto da spendere all’interno del circuito. Inoltre, partirà a giorni la campagna “Vieni in Ascoli”, attraverso la quale pubblicizzeremo il centro storico, ma anche il bus navetta, i parcheggi periferici, la scontistica del periodo natalizio, i parcheggi di San Pietro in Castello. Tutto questo per far capire che fare la spesa in centro diventa più facile».

Il progetto è stato finanziato interamente dall’Amministrazione comunale, come anche la realizzazione delle 63 ghirlande realizzate artigianalmente da Barbara Brozzi e che a breve saranno posizionate sui lampioni del cardo e del decumano.

«Il messaggio che vogliamo dare con questo progetto – spiega l’assessore Nico Stallone – è che Ascoli non si risolleva solo grazie alle iniziative dell’Amministrazione comunale o di qualche commerciante, ma occorre il gioco di squadra. Io voglio dire ai miei concittadini: se davvero amiamo Ascoli, compriamo in Ascoli. E’ questo il primo gesto d’amore per la nostra città. I negozi all’altezza ci sono, le scontistiche interessanti pure, le luminarie che valorizzano la bellezza della città stanno arrivando: adesso è il momento di agire. La cosa bella è che i negozianti hanno risposto in blocco, non solo quelli che già aderivano a Wap, ma tanti altri».

Con il concorso “Compra in Ascoli”, infatti, nasce anche il nuovo logo “CentroStorico Ascoli Piceno”, che riunisce moltissimi esercenti pronti a collaborare per il rilancio della città. Tra le proposte già inoltrate all’Amministrazione, quella di far funzionare la navetta anche nei giorni festivi in occasione degli eventi importanti.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X