facebook rss

Il flirt, poi lei lo perseguita:
«Vedrò in prima fila la tua caduta»
Body builder vittima di stalking

CIVITANOVA - Aveva conosciuto una 29enne rispondendo ad un annuncio dopo la separazione dalla moglie, quando il rapporto coniugale è ripreso ha deciso di interrompere la relazione e sono iniziati atti persecutori che l'uomo ha denunciato. C'è anche un video in cui la ragazza cercherebbe di farlo passare per pusher

Risponde all’annuncio di una ragazza su internet in un momento di crisi del suo matrimonio, body builder diventa vittima di stalking quando decide di interrompere la relazione. L’uomo ha denunciato i fatti dopo che la donna ha iniziato a diffamarlo su Facebook, ha fatto appostamenti davanti ai suoi negozi, ha chiamato la moglie con cui poi si era riappacificato per raccontarle della loro relazione. I fatti sono avvenuti a Civitanova (Macerata) tra settembre e ottobre scorsi. Qualche mese prima l’uomo, in crisi con la moglie dalla quale si era di fatto separato, aveva deciso, in un momento di sconforto, di rispondere ad un annuncio che aveva trovato su internet. L’annuncio era di una donna di 29 anni, romena, residente a Civitanova, con la quale aveva iniziato una relazione durata circa nove mesi.

Gian Luigi Boschi

Per l’uomo però quel rapporto non significava nulla, non c’era un coinvolgimento sentimentale, cosa che aveva sempre detto alla donna onestamente. In seguito l’uomo si era riavvicinato alla moglie ed era tornato con lei interrompendo i rapporti con la ragazza. In seguito a questo però la 29enne avrebbe reagito male. Da un lato aveva chiamato la moglie del body builder per raccontargli quello che era accaduto e della loro relazione (di cui però la donna era già stata informata dal marito) e poi pubblicando frasi diffamatorie sui social network facendo passare il body builder come un poco di buono, un disonesto.

Altre volte si sarebbe appostata davanti al negozio dell’uomo. C’è poi un video che la donna aveva realizzato in cui la si vedeva preparare della polvere di colore bianco su di un tavolino fingendo di inalarla e dicendo che la sostanza l’aveva sottratta al body builder, in modo da farlo passare come una sorta di spacciatore. Alla fine l’uomo, assistito dagli avvocati Gian Luigi Boschi e Simone Santoro, ha deciso di denunciare la donna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X