facebook rss

“Roma Archery Trophy”
Giuliano Scancella
sfiora gli ottavi di finale

TIRO CON L’ARCO - Il portacolori della Compagnia Arcieri Piceni di Ascoli ha chiuso al 17esimo posto (settimo degli italiani in gara) nella categoria long bow. L’emozione di ritrovarsi al fianco dell’olimpionico Marco Galiazzo

Giuliano Scancella e l’oro olimpico Marco Galiazzo

Diciassettesimo nella classifica finale e passaggio agli ottavi sfuggiti per soli due punti. Comunque grande la soddisfazione per Giuliano Scancella che ha partecipato – unico ascolano in gara – al “T.R.U. Ball /Axcel Roma Archery Trophy” svoltosi nella Capitale. Il portacolori della Compagnia Arcieri Piceni – la società ascolana presieduta da Raimondo Cipollini che del tiro con l’arco è stato per anni anche presidente marchigiano – è stato anche il settimo degli italiani nella specialità long bow.

L’arciere ascolano durante il “T.R.U. Ball /Axcel Roma Archery Trophy”

Al grande evento internazionale indoor, nello scenario della Fiera di Roma, hanno partecipato più di mille arcieri provenienti da cinquanta Paesi di tutto il mondo, suddivisi nelle categorie arco olimpico, arco nudo, compound e long bow. Scancella ha concluso la sua gara di long bow al 17esimo posto con 377 punti, preceduto da uno spagnolo (379), un norvegese (384) e un uruguaiano (388) che sono passati al turno successivo. Un pò di rammarico ma la soddisfazione di aver partecipato a una sfida prestigiosa e per essere stato per due giorni al fianco di campioni internazionali. Uno su tutti l’italiano Marco Galiazzo, medaglia d’oro nella gara individuale alle Olimpiadi di Atene 2004 e oro a squadre ai Giochi olimpici di Londra 2012. A Roma, nell’arco olimpico, Galiazzo ha vinto l’oro battendo 6-4 in finale lo statunitense Ellison.

Scancella, 49 anni, impiegato alla “Stef Italia”, nel 2019 ha conquistato i titoli di campione marchigiano “Hunder & Field” (a Belforte del Chienti) per il quale è stato premiato nel recente “Galà dello Sport” ad Ascoli, e quello di vice campione marchigiano “3D” (a Pesaro), entrambi nella categoria long bow. E’ anche uno degli arcieri che ad Ascoli partecipano alla gara quintanara “La Freccia d’Oro” con il suo Sestiere di Porta Romana.

Dopo la tappa italiana di Roma, quella cinese di Macao, la lussemburghese di Strassen, l’australiana di Sidney e la francese di Nimes, questa Coppa del Mondo si conclude negli Stati Uniti con la finalissima di Las Vegas.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X