facebook rss

Via libera al bilancio regionale:
fondi per Quintana e strada di San Marco,
esulta il Pd ascolano

ASCOLI - La delibera è stata approvata a notte fonda dopo una lunga maratona consiliare. Il segretrio comunale Angelo Procaccini: «Sono piccole attenzioni che il Consiglio regionale ha dato rispetto a tante esigenze che spesso non possono essere soddisfatte dai Comuni»

Francesco Ameli e Angelo Procaccini del Pd

«Dalla Regione Marche arrivano per Ascoli, sotto l’albero di Natale, 60.000 euro per la Quintana e 350.000 per la strada di San Marco».

E’ l’annuncio del segretario comunale del Pd, Angelo Procaccini, dopo il via libera al bilancio regionale di previsione per l’anno 2020. «Un bilancio di investimenti e di attenzione ai territori – prosegue Procaccini – e voglio ringraziare tutti coloro che si sono impegnati in questi mesi a partire dalla vice presidente Anna Casini perché mai come quest’anno si è data attenzione alle esigenze territoriali. Il dato politico, e la dimostrazione della bontà del bilancio, è l’astensione del M5S marchigiano, spesso critico nei confronti del Governo regionale, che oggi consolida le basi per un dialogo importante che mette al primo posto i marchigiani».

Procaccini scende nel dettaglio delle misure approvate. «Tornando al bilancio afferma- voglio esprimere soddisfazione per lo stanziamento di 60.000 euro per la Quintana di Ascoli. Si dimostra l’attenzione particolare per la rievocazione storica più importante delle Marche anche per il 2020. E altrettanta attenzione è stata mostrata nei confronti di un’opportunità che si sta creando in questi mesi: ospitare ad Ascoli l’unica prova italiana, delle dodici previste in Europa, del Campionato Europeo della Montagna di velocità in salita in programma a fine giugno 2020 (Coppa Paolino Teodori, ndr). Molto si sta facendo sul sociale: se da un lato si finanziano tutti i progetti di vita indipendente con oltre 3 milioni di euro nel 2020, dall’altro si è dimostrata dimostra attenzione per tantissime associazioni del settore che hanno presentato progetti sul capoluogo e sul Piceno. Non parliamo di cifre esorbitanti – conclude – ma sono comunque piccole attenzioni che il Consiglio regionale ha dato rispetto a tante esigenze che spesso non possono essere soddisfatte dai Comuni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X