facebook rss

Quale futuro per le cento torri?
L’incontro targato Italia Nostra

ASCOLI - Si terrà domenica 29 dicembre alla libreria Rinascita con una serie di ospiti e temi importanti, dalla prevenzione sismica alla Ferrovia dei Due Mari. Obiettivo, contribuire ad individuare le strategie da adottare per ridare alla città un ruolo di primo piano

Italia Nostra organizza per domenica 29 dicembre alle  18 nella libreria Rinascita l’incontro “Ascoli: quale futuro possibile?”. Sono stati invitati a fornire un contributo di riflessioni e proposte Micaela Girardi, Antonio D’Isidoro, Carlo Cappelli, Giorgio Giorgi, Michele Picciolo, Stefano Babini, Dario Nanni, Guido Biondi, Stefano Odoardi e Umberto Cuccioloni.

Sbandieratori della Quintana in piazza del Popolo

«L’obiettivo -spiegano da Italia Nostra- è contribuire ad individuare le strategie da adottare per ridare alla città il ruolo che le spetta per la posizione che occupa nell’area del medio Adriatico e per la prestigiosa storia che ne esalta l’immagine, nella prospettiva di avviare il processo di valorizzazione sistemica delle risorse e delle testimonianze di civiltà del territorio che sostanzia la proposta della sezione della realizzazione del Distretto delle Terre della Primavera Sacra e dei Dieci Parchi Culturali ed Ambientali individuati come moduli nel più complesso progetto del distretto».
Sul tavolo spunti di riflessione che riguarderanno, tra l’altro, il rilancio del sistema del commercio e la valorizzazione delle tipicità locali, i sistemi di collegamento e la “Ferrovia dei Due Mari”, la presenza delle tre piazze individuate come uniche ed esemplari da Camillo Sitte per aspirare al riconoscimento Unesco, il ruolo dei parchi culturali ed ambientali e il parco della nuova Montagna dei Fiori, gli eventi sismici e il problema della prevenzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X