facebook rss

“Arquata Arte Rigenerante”,
teatro per bambini e ragazzi

ARQUATA DEL TRONTO - Decollata la seconda edizione del progetto al plesso scolastico “Specchio dei tempi”, che coinvolge bambini e ragazzi delle scuole materna, elementare e media i quali, a fine anno scolastico, metteranno in scena il musical “Shrek” insieme a Fly Communications

Arquata del Tronto protagonista per il secondo anno consecutivo del progetto “Arquata Arte Rigenerante”, dedicato ai bambini delle scuole materna, elementare e media, tutti riuniti nella stessa struttura. L’iniziativa, nata da un’idea e con il contributo della Fainplast di Battista Faraotti, è strutturata in una serie di laboratori teatrali curati dalla Fly Communications di Ascoli che coinvolge i bambini per tutto l’anno scolastico, dando vita, a fine anno, a un musical.

Il progetto vuole mettere l’arte al centro del processo di rigenerazione e rinascita della comunità dopo il terremoto, nella convinzione che l’arte rigenera l’arte ed è fondamentale partire proprio dai bambini e dalla loro creatività per far sì che possano avere un luogo di aggregazione dove esprimersi e ritrovarsi al di fuori dell’orario scolastico.

Dopo il sisma del 2016 oltre il 45% della popolazione di Arquata si è spostato ad Ascoli e sulla costa. La scuola e la palestra – uniche strutture ricostruite ex novo grazie alla Fondazione “La Stampa-Specchio dei tempi” attraverso le donazioni dei lettori del quotidiano La Stampa – rappresentano l’unico luogo di aggregazione del paese. I bambini sono stati suddivisi in quattro gruppi, per fasce d’età, e il laboratorio teatrale contempla recitazione, canto e danza con l’obiettivo di creare un musical che li vedrà tutti coinvolti.

Quest’anno è stato scelto di mettere in scena “Shrek”, che sarà presentato alla fine dell’anno scolastico. Sarà quella anche un’occasione per raccogliere fondi che saranno poi impiegati per la realizzazione di un progetto utile ad Arquata. Davanti alla scuola dall’ottobre 2018 campeggia una rondine, donata dal Collettivo artistico “Cracking Art”, che crea opere d’arte con plastica rigenerata. Nel caso di Arquata, questa rondine è diventato simbolo e incentivo alla rinascita sociale del territorio attraverso l’arte e il teatro.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X